Meteone

Qual è la situazione attuale delle scosse?

Sciame Sismico Centro ItaliaAttualmente il numero complessivo di scosse è pari a 2.700 dalle ore 07:40 del 30 ottobre (indicate col pallino rosso nell’immagine accanto, mentre in blu sono indicati i terremoti a partire dal 24 agosto). Delle quali 303 sono di magnitudo Richter compresa tra 3.0 e 4.0, 20 quelli di magnitudo compresa tra 4.0 e 5.0, tutte localizzati dalla Rete Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). L’ultimo aftershock più intenso si è verificato nella notte del 3 Novembre all’1:35 con magnitudo pari a 4.7.

Qual è la faglia interessata?   Immagine 2

Già il 26 Ottobre la forte scossa di magnitudo 5.6 aveva provocato un primo ribassamento del suolo di circa 18 cm nei pressi del comune di Visso lungo una direttrice di 20 Km. Sulla stessa direttrice, il mainshock (sisma più forte) del 30 Ottobre pari ad una magnitudo di 6.5 Richter, ha determinato un ulteriore movimento del suolo di proporzioni significative. Nella zona sono presenti numerose faglie e thrust (sovrascorrimenti) già ampiamente spiegati in altri nostri articoli; ma la causa principale di questo evento sismico è da imputarsi alla riattivazione della faglia del Monte Vettore – Monte Bove situata nella zona tra i Monti della Laga e i Monti Sibillini tra Marche e Umbria, già conosciuta da tempo ai geologi.

In passato si sono verificati altri terremoti nella medesima zona?

Come accennato nei nostri precedenti articoli, già il sisma del 24 Agosto, aveva riattivato tale faglia, la quale in passato aveva mostrato i suoi effetti più disastrosi sulle antiche popolazioni di quei luoghi. Difatti, secondo il Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani (CPTI), tale faglia a partire dal 1328 e proseguendo fino al 1719 e 1730, aveva mostrato il suo lato più negativo, facendo registrare rispettivamente intensità stimate di 6.5, 6.0 e 5.9 su scala Richter. In tempi recenti va ricordato il terremoto del 1979 che provocò diversi danni nei territori circostanti Norcia, facendo registrare una magnitudo pari a 5.8 Richter e un’intensità pari all’ VIII grado della scala Mercalli per gli innumerevoli danni arrecati alle popolazioni locali.

Quali sono le prime informazioni importanti sulla deformazione del suolo?

Immagine 3

Attualmente i primi dati sui movimenti reali che il suolo ha subito durante il sisma, provengono dalle immagini forniteci dai satelliti Sentinel-1 del programma europeo Copernicus e dal satellite giapponese Alos-2. Secondo il primo satellite (in grado di analizzare un’area complessiva di 250 km2) tutta l’area attorno al Monte Vettore ha subito un’importante deformazione verticale in termini di abbassamento ma anche di sollevamento. Dall’immagine accanto, la linea verde rappresenta indicativamente la faglia del Vettore, lungo la quale si è registrata la frattura in direzione NNW-SSE.

E’ stimato che la dislocazione sia lunga circa 130 km e che l’area interessata dalla deformazione copra un’estensione pari a 1.100 km2.

Immagine 4

Nell’immagine a destra,  è visibile una zona più rossa che indica l’area che ha subito un abbassamento con punte fino a 60-70 cm in corrispondenza della Piana di Castelluccio di Norcia. Invece la zona blu rappresenta l’area che ha subito una deformazione verticale di sollevamento pari ad un massimo di 12 cm sia vicino Norcia che ad Est del Monte Vettore nel territorio del comune di Montegallo. Allo stesso tempo, trattandosi di una faglia diretta, il blocco di sinistra ha subito un spostamento verso Ovest di 30 cm, mentre il blocco a destra si è allontanato di circa 40 cm verso Est.

Dall’immagine in basso è possibile avere un’idea del tipo di movimento apprezzabile che il suolo ha subito durante la scossa del 30 Ottobre.

Per il momento queste sono le informazioni forniteci dai satelliti e dalle elaborazioni eseguite dagli esperti dell’INGV e dal gruppo di lavoro SAR del Centro Nazionale Terremoti.

Immagine 5

Vi terremo aggiornati su ulteriori studi che verranno eseguiti in merito…

 

 

Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Sabato 25 Novembre 2017 - 17:02

Irruzione Artica: neve in Appennino, dove?

Proprio in queste ore sull'Italia sta giungendo aria più fredda di matrice Artica. Nelle prossime ore drastico calo della quota... Leggi tutto

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.