Meteone

Ai nastri di partenza l'ennesima conferenza sui cambiamenti climatici (COP23), tante le premesse e le attese, ma come ogni anno poche le conclusioni. Si può dire che si respira "il solito clima di cambiamenti", tra CO2 record e segnali catastrofici, ma il nostro clima "come sta"?

Un po di storia...
 
Primo incremento Anni '40 - Il primo incremento della temperatura terrestre si è registrata per la prima volta nel 1940 (+0.11°C), con un massimo di +0.21 nel 1944, con un trend di crescita di +0.1°C a decennio.
Ultimi150Anni
Global Cooling Anni '50/'70 - Battuta di arresto, la temperatura globale è ritornata a scendere dal 1946 (-0.07) con picchi negativi di -0.2°C nel 1956 e 1964. L'ultimo anno chiuso in negativo è stato il 1976 (-0.11°C). Questo periodo ha fatto registrare quindi un trend di decrescita rispetto agli anni '40.
 
Secondo incremento - Dal 1977 (+0.17°C) la temperatura sulla terra non ha avuto più picchi negativi, con un trend di crescita costante fino agli anni 2000. Picco di 0.62°C nel 1998.
 
Periodo di pausa - Quello che gli inglesi chiamano "slowdown", cioè un periodo di pausa effettiva del riscaldamento globale, con valori che si sono mantenuti fino al 2013 al di sotto dei 0.7°C. Il trend di crescita è stato praticamente pari a zero in questi 10 anni. 
Ultimi30Anni
Incremento degli ultimi 3 anni - Dal 2014 il riscaldamento è ritornato a macinare con picchi record in sequenza: +0.73 (nel 2014), +0.87 (2015), +0.99 (2016). 
 
Gli interrogativi degli scienziati...
 
Non sappiamo bene di cosa si parlerà alla conferenza sui cambiamenti climatici dell'UNFCCC, ma probabilmente gli interrogativi saranno pochi. Ultimamente in questo tipo di conferenze il dibattito è rasente allo zero, mentre le sicurezze si sprecano: l'Uomo è la causa principale del riscaldamento globale, con termine ultimo per "salvarci" al 2020. 
 
Ma qui su MeteOne, come in molti altri ambienti scientifici, queste sicurezze mancano. Come abbiamo potuto già leggere nelle breve storia del Clima degli ultimi 150 anni (con focus sugli ultimi 20/30 anni), la situazione non risulta chiarissima. Molti scienziati si chiedono il motivo di questa pausa "SlowDown", nonostante la CO2 negli ultimi anni abbia continuato a stabilire Record su Record. Nell'immagine qui sotto la crescita costante della CO2 negli ultimi 40 anni circa, dati NOAA: 
CO2 Ultimi 40Anni
Se da una parte c'è chi preme affinchè l'opinione pubblica e i governi della Terra riconoscano l'evidenza del Riscaldamento Globale Antropico (senza mezzi termini), ci sono scienziati aperti al dibattito (da una parte e dall'altra) che cercano risposte.
 
Qualcuno, per esempio, ha ipotizzato che lo "SlowDown" sia da imputarsi alla fase di PDO negativa nel Pacifico, che ha contribuito sensibilmente al raffreddamento di alcune zone del Pianeta, con conseguente stasi del Riscaldamento Globale. Negli ultimi anni la PDO sta tornando in fase positiva, con ripresa del riscaldamento globale a pieni ritmi. Nel video che trovate qui sotto, trovate la spiegazione fatta dal MetOffice sui cicli della PDO e i collegamenti con il Riscaldamento Globale:
 
 
Gli ultimi 3 Anni Record sono anche da imputarsi alla fase di Nino Record. Infatti il Nino ha toccato picchi di +2.5/2.6°C, superando anche il Nino del 1998, che si fermò a picchi di +2.3/2.4°C. Nell'immagine sotto le fasi Nino/Nina dal 1998 ad oggi (sottolineati i Nino 1998 e 2015, cerchiati i picchi), dati NOAA: 
NinoRecord15-16
Conclusioni
 
Nel Pacifico l'ENSO è ritornato in negativo, e le previsioni propendono per il ritorno di una fase di NINA strong. Già nel mese di Settembre la temperatura globale è scesa a +0.54, e per trovare un valore minore dobbiamo ritornare al Febbraio 2014 (+0.52°C). Il 2017 è destinato a chiudersi a valori al di sotto degli ultimi 3 anni, vedremo se una fase negativa dell'indice ENSO riporterà i valori globali nuovamente nella fase "di pausa". Nell'immagine sotto le previsioni dell'indice ENSO da parte dell'IRI:
ForecastENSO
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Mercoledì 15 Novembre 2017 - 18:31

Ancora 48 ore di piogge e temporali al Centro-Sud!

Ancora temporali e rovesci sulle regioni centro-meridionali. La lunga fase di maltempo vedrà ancora 48H di piogge abbondanti sulle regioni... Leggi tutto

Allerte Italia

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.