Meteone
cometPiccola
Il 2017 si presenta sin da subito in grande stile: già dai primi giorni dell'anno possiamo osservare bellissime congiunzioni e un importante sciame meteorico. Ma le sorprese non sono finite...
 
Siete curiosi di sapere cosa ci riserva il cielo di questo mese? Buona lettura e cieli sereni! 

Mese di Gennaio

Eventi principali da ricordare in questo mese: tripla congiunzione Luna - Venere - Marte il 2 gennaio, l'alba più tardiva dell'anno il 3 gennaio, massima elongazione serale del pianeta Venere il 12 gennaio, tripla congiunzione Luna - Giove - Spica il 19 gennaio, congiunzione Luna - Venere il 31 gennaio.

Carte del Cielo 

Diamo uno sguardo d'insieme al cielo notturno di questo mese.
 
Carta del cielo del 1° gennaio alle ore 23 ad una latitudine italiana media di 42°N.
 
01gen
 
Carta del cielo del 15 gennaio alle ore 23 ad una latitudine italiana media di 42°N.
 
15gen
 
*Nelle mappe del cielo, non sono segnati i pianeti del sistema solare e la Luna.

Costellazioni e stelle (zenit, nord, ovest, sud, est)

- Il cielo di Gennaio allo zenit è definito dalla costellazione dell'Auriga, con la sua stella più brillante Capella, insieme ai Gemelli e alla costellazione della Lince.
- Verso l'orizzonte Nord, la costellazione dell'Orsa Maggiore è sempre più elevata rispetto all'orizzonte, invece Cefeo tende a scendere. Tra queste due costellazioni, resta (quasi) fissa la Stella Polare della costellazione dell'Orsa Minore.
 
- Ad Ovest tendono ormai a tramontare le costellazioni Andromeda, Pesci e Balena. Più alto invece, risulta il Toro con il suo occhio rosso rappresentato dalla stella Aldebaran.
 
- L'orizzonte Sudè dominato dalla costellazione di Orione il cacciatore, con le sue tre stelle allineate a formare la cintura e, più deboli, altre tre stelle perpendicolari alla cintura che rappresentano la spada e nella cui direzione è presente la nota Nebulosa di Orione. Insieme ad Orione si osservano i suoi cani da caccia, il Cane Maggiore con la splendente stella Sirio e il Cane Minore con la brillante Procione. Queste stelle, in unione a Betelgeuse di Orione, formano il noto asterismo del Triangolo Invernale. Queste costellazioni sono immerse nella Via Lattea e quindi in questa direzione è possibile osservare molti oggetti del cielo prefondo, con l'ausilio di un telescopio.
A SE invece il cielo è privo di costellazioni e stelle brillanti. Si segnala la grande costellazione dell'Idra, dove è situato il radiante di uno degli sciami meteorici di questo mese.
 
- Il cielo ad Est è caratterizzato dalle costellazioni zodiacali di Leone e Cancro. A notte inoltrata è possibile osservare anche la costellazione del Boote con la brillante stella Arturo.

Eventi celesti del mese

Di seguito, sono elencati giorno per giorno gli eventi astronomici (osservabili alle nostre latitudini) più interessanti nel mese tra cui congiunzioni, eclissi, attività degli sciami meteorici, passaggi di ora solare/legale, posizioni astronomiche particolari.
 

1 Gennaio

I pianeti Marte e Nettuno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 21:14 quando la loro separazione è di 0,3°. Questa è una congiunzione molto ravvicinata dei due pianeti.

2 Gennaio

  • La Luna e il pianeta Venere sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 17:24 quando la loro separazione è di 3,7° ENE.
  • La Luna e il pianeta Marte sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 21:12 quando la loro separazione è di 6,2° OSO.
  • La Luna si trova nel nodo ascendente della sua orbita alle ore 19:11.

3 Gennaio

  • La Luna e il pianeta Nettuno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 21:06 quando la loro separazione è di 5,2° OSO.
  • Si verifica l'alba più tardiva dell'anno alle ore 07:37.
  • Lo sciame meteorico delle Quadrantidi raggiunge il massimo della sua attività.

4 Gennaio

Il Sole è alle minima distanza dalla Terra alleore 14:12.

5 Gennaio

La Luna è al primo quarto alle ore 20:48.

6 Gennaio

  • La Luna e il pianeta Urano sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 00:16 quando la loro separazione è di 5,0° SSO.
  • Il Sole e il pianeta Plutone sono in congiunzione allore ore 23:16.

7 Gennaio

Nessun evento.

8 Gennaio

  • Il pianeta Mercurio è stazionario alle ore 10:46 e successivamente inizia il suo moto progrado.
  • Lo sciame meteorico delle Rho Geminidi raggiunge il massimo della sua attività.

9 Gennaio

  • La Luna e la stella Aldebaran sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 17:49 quando la loro separazione è di 2,3° E.
  • Il pianeta Urano è circa alla sua migliore visibilità dell'anno.

10 Gennaio

La Luna si trova alla sua minima distanza dalla Terra alle ore 06:56.

11 Gennaio

Nessunevento.

12 Gennaio

  • La Luna piena si verifica alle ore 12:35.
  • Il pianeta Venere raggiunge la sua massima elengazione serale (distanza angolare dal Sole) e quindi si vede meglio la sera.
  • I pianeti Venere e Nettuno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 20:24 quando la loro separazione è di 0,4° NO. Questa è una congiunzione molto ravvicinata dei due corpi celesti.

13 Gennaio

La Luna e l'ammasso stellare aperto del Presepe sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 18:32 quando la loro separazione è di 5,4° OSO.

14 Gennaio

Il pianeta Giove è circa alla sua migliore visibilità mattutina dell'anno, quindi è ben visibile nelle ore precendenti il sorgere del Sole.

15 Gennaio

  • La Luna e la stella Regolo sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 06:09 quando la loro separazione è di 1,6° S di Regolo.
  • La Luna si trova nel nodo ascendente della sua orbita alle ore 11:51.

16 Gennaio

Nessun evento

17 Gennaio

  • Il pianeta Giove e la stella Spica sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 00:59quando la loro separazione è di 3,7° N.
  • Lo sciame meteorico delle Delta Cancridi raggiunge il massimo della sua attività.
  • Lo sciame meteorico delle Alpha Canis Minoridi raggiunge il massimo della sua attività.

18 Gennaio

Lo sciame meteorico delle Alpha Idridi raggiunge il massimo della sua attività.

 

19 Gennaio

  • La Luna e la stella Spica sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 06:30 quando la Luna si trova a 5,6° N di Spica.
  • La Luna e il pianeta Giove sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 06:56 quando la Luna si trova a 2° N di Giove.
  • Il pianeta Mercurio ha la sua massima elongazione mattutina (distanza angolare dal Sole) e quindi si vede meglio la mattina prima del sorgere del Sole.
  • La Luna è all'ultimo quarto alle ore 23:14.
 

20 Gennaio

 
Nessun evento.
 

21 Gennaio

Nessun evento.

22 Gennaio

La Luna è alla sua massima distanza dalla Terra alle ore 01:12.

23 Gennaio

La Luna e e la stella Antares sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 04:50 quando la loro separazione è di 9,2° N.

24 Gennaio

La Luna e il pianeta Saturno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 06:45 quando la loro separazione è di 3,6° NNO.

25 Gennaio

Nessun evento.

26 Gennaio

La Luna e il pianeta Mercurio sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 06:46 quando la loro separazione è di 4,3° NE.

27 Gennaio

 
Nessun evento.
 

28 Gennaio

 
La Luna nuova si verifica alle ore 01:08.
 

29 Gennaio

 
La Luna si trova nel nodo discendente della sua orbita alle ore 23:20.

30 Dicembre

La Luna e il pianeta Nettuno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 18:49 quando la loro separazione è di 2,8° ENE.

31 Gennaio

  • La Luna e il pianeta Venere sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 18:01 quando la loro separazione è di 4,4° S.
  • Lo sciame meteorico delle Alpha Leonidi raggiunge il massimo della sua attività.
 

Simulazione del cielo dei principali eventi astronomici del mese

- 2 gennaio: congiunzione Marte - Luna - Venere. Simulazione del cielo delle ore 18:00 in direzione SO.
 
cong2gen
 
- 19 gennaio: congiunzione Luna - Giove - Spica. Simulazione del cielo delle ore 04:00 in direzione S.
 
cong19gen
 

Orari Sole e Luna

*Sole
 
  sorge tramonta culmina
1 gennaio 07 : 37 16 : 49
12 : 13
5 gennaio 07: 37 16 : 53 12 : 15
10 gennaio 07 : 37 16 : 58 12 : 17
15 gennaio 07 : 35 17 : 04 12 : 19
20 gennaio 07 : 32 17 : 10 12 : 21
25 gennaio 07 : 28 17 : 16 12 : 22
 
*Luna
 
primo quarto
primo quarto
5 Gennaio 2017 20 : 48
plenilunio
plenilunio
12 Gennaio 2017 12 : 35
ultimo quarto
ultimo quarto
19 Gennaio 2017 23 : 14
novilunio
novilunio
28 Gennaio 2017 01 : 08

Pianeti in Gennaio

Mercurio

E' possibile osservare il pianeta più interno del sistema solare soprattutto intorno alla metà del mese, prima dell'alba. Il giorno 19 gennaio ha la sua massima elongazione mattutina, quindi la maggiore distanza angolare dal Sole e può essere meglio osservato tra le luci del crepuscolo mattutino.

Venere

 Il pianeta più luminoso del nostro cielo splende nella prima parte delle sera in direzione SO. Questo è il periodo migliore per osservarlo dato che il giorno 12 Gennaio raggiunge la sua massima elongazione serale, tramontando circa 4 ore dopo il Sole. Sempre nello stesso giorno, è in strettissima congiunzione con il pianeta Nettuno. I giorni 2 e 31 gennaio, invece, è in congiunzione con la Luna.

Marte

 Anche il pianeta rosso è visibile a SO dopo il tramonto del Sole, prima nella costellazione dell'Acquario e poi nei Pesci. Il giorno 2 gennaio è in congiunzione con la Luna.

Giove

 Il gigante del sistema solare è osservabile a notte inoltrata nella costellazione della Vergine, anticipando giorno per giorno il suo sorgere. Il giorno 20 gennaio è in congiunzione con la Luna e la stella Spica.

Saturno

 Il pianeta con gli anelli è molto basso sull'orizzonte tra le luci del crepuscolo mattutino. Possiamo osservarlo nella costellazione dell'Ofiuco.

Urano

 Osservabile nella costellazione dei Pesci, Urano si trova a SO nelle prime ore serali. Per osservarlo è necessario uno strumento ottico anche di piccole dimensioni.

Nettuno

Osservabile nella costellazione dell'Acquario, Nettuno di trova a SO nelle prime ore serali. Il 12 gennaio è coinvolto in una strettissima congiunzione con il pianeta Venere ma, data la sua scarsa luminosità rispetto a Venere, è necessario uno strumento ottico per osservare questo fenomeno.

Meteore

 Anche il mese di Gennaio presenta uno sciame meteorico di tutto rispetto, attivo i primi giorni del mese: le Quadrantidi (o Bootidi). Il loro nome deriva da una costellazione, il Quadrante Murale, non più utilizzata dalle carte astronomiche attuali, che attualmente corrisponde alla parte settentrionale della costellazione del Boote. Non è ancora nota con certezza la provenienza di questo sciame e sono aperte diverse ipotesi: una cometa ormai inesistente (disintegrata), la cometa 96P/Machholz, l'asteroide 2003 EH1. Le Quadrantidi sono attive dal 26 Dicembre al 13 Gennaio con un picco nelle notti tra 2-3 e 3-4 Gennaio, e sono osservabili nelle prime ore di buio serale, poichè il radiante dal quale sembrano provenire tramonta abbastanza presto; inoltre la Luna non disturba molto l'osservazione essendo solo una piccola falcetta.
Di seguito riportiamo gli altri sciami meteorici di Gennaio:
 
- Rho Geminidi hanno un periodo di attività compreso tra il 28 Dicembre e il 28 Gennaio, con un picco di attività nella notte tra il 7 e 8 Gennaio. Il radiante è visibile tutta la notte nella costellazione dei Gemelli, ma l'osservazione nella notte di massima attività è favorevole dalla mezzanotte in poi, quando tramonta la Luna.
 
- Delta Cancridi hanno un periodo di attività compreso tra il 21 Dicembre e il 25 Gennaio, con un picco di attività nella notte tra il 16 e 17 Gennaio. Il radiante è visibile tutta la notte nella costellazione del Cancro, ma l'osservazione nella notte di massima attività è favorevole fino alla mezzanotte quando sorge la Luna.
 
- Alpha Canis Minoridi hanno un periodo di attività compreso tra il 13 e 30 Gennaio, con un picco di attività nella notte tra il 16 e 17 Gennaio. Il radiante è visibile dalle 22 in poi nella costellazione del cane Minore, ma l'osservazione nella notte di massima attività è totalmente sfavorevole dato il disturbo lunare.
 
- Alpha Hydridi hanno un periodo di attività compreso tra il 31 Dicembre e il 6 Febbraio, con un picco di attività nella notte tra il 18 e 19 Gennaio. Il radiante è visibile dalle 22 in poi nella costellazione dell'Idra, ma l'osservazione nella notte di massima attività è favorevole fino alle 2 circa, quando sorge la Luna.
 
- Alpha Leonidi hanno un periodo di attività compreso tra il 13 Gennaio e il 13 Febbraio, con un picco di attività nella notte tra il 30 e 31 Gennaio. Il radiante è visibile dalle 21 in poi nella costellazione del Leone, e l'osservazione nella notte di massima attività è totalmente favorevole data l'assenza del dsturbo lunare.

Comete

In questo mese possiamo osservare un debole astro chiomato nella costellazione del Capricorno. Si tratta della cometa 45P/Honda-Mrkos-Pajdusakova, abbastanza difficoltosa da osservare perchè bassa sull'orizzonte.
 
 Simulazione del cielo del 5 Gennaio alle ore 18 in direzione OSO.
 
cometa
 
Questa è un'immagine eseguita dall'astrofotografo Fritz Helmut Hemmerich il 2 Gennaio che riprende la cometa 45P in tutto il suo splendore. L'astrofotografia è stata eseguita da Tenerife, dove l'inquinamento luminoso è quasi assente e permette di godere di un cielo meravigliosamente stellato.
 
Comet45P Hemmerich 960
 
** Gli orari sono riferiti all'orario solare (UTC + 1); inoltre, sono calcolati per la latitudine media italiana (Roma 12°29' Est – 41°53' Nord).
 
** Simulazioni del cielo effettuate con il software Stellarium.
 
** Fonte dati su sciami meteorici: www.meteore.uai.it
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Mercoledì 27 Giugno 2018 - 12:13

Bollettino meteo | Ancora instabilità e clima fresco fino a Venerdì...

Correnti fresche da est e la presenza di un minimo depressionario sul Sud Italia e Grecia, non permette al tempo... Leggi tutto

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.