Meteone
transitoPiccolaIl cielo del mese di Maggio ci anticipa in tarda notte quello che avremo modo di osservare in piena estate e  ci riserva diversi eventi astronomici, di cui uno di assoluto rilievo: il transito di Mercurio sul disco solare. Scopriamo insieme in questo articolo cosa e come osservare nei prossimi giorni, e continuate a seguirci per gli approfondimenti sul transito di Mercurio, a cui dedicherò un articolo specifico.
 
Siete curiosi di sapere cosa ci riserva il cielo di questo mese? Buona lettura e cieli sereni! 

Mese di Maggio

Eventi principali da ricordare in questo mese: lo sciame meteorico delle Eta Aquaridi che raggiunge il picco la notte tra il 5 e il 6 maggio,  il transito del pianeta Mercurio sul disco solare il 9 maggio, congiunzioni multiple nelle notti del 21 e 22 maggio, Marte in opposizione il 22 maggio.

Carte del Cielo 

Diamo uno sguardo d'insieme al cielo notturno di questo mese.
 
Carta del cielo del 1° maggio alle ore 23 ad una latitudine italiana media di 42°N.
01mag
Carta del cielo del 15 maggio alle ore 23 ad una latitudine italiana media di 42°N.
15mag
*Nelle mappe del cielo, non sono segnati i pianeti del sistema solare e la Luna.

Costellazioni e stelle (zenit, nord, ovest, sud, est)

- Il cielo di Maggio è caratterizzato vicino allo zenit dalla costellazione del Boote, con la brillante stella Arturo, il cui nome deriva dal greco e significa "guardiano dei carri" perchè è la stella più luminosa vicina alle due Orse. Insieme al Boote, anche l'OrsaMaggiore si trova alta nel cielo
 
- Verso l'orizzonte Nord, appaiono basse sull'orizzonte le costellazioni Auriga, Perseo e Cassiopea. Più in alto ritroviamo le costellazioni circumpolari di Cefeo, OrsaMinore e Dragone.
 
- Ad Ovest le costellazioni dell'Idra, del Cancro e dei Gemelli risulatano sempre più basso sull'orizzonte. Ancora ben visibili le costellazioni del Leone e della Vergine.
 
- L'orizzonte Sud è caratterizzato vicino all'orizzonte dalla costellazione del Centauro, dove è possibile osservare (pur essendo un oggetto molto basso sull'orizzonte) l'ammasso globulare di Omega Centauri, il più luminoso ammasso globulare osservabile dalla Terra. Questa costellazione è al limite della visibilità nell'emisfero boreale, quindi per la sua osservazione è necessario un cielo privo di inquinamento luminoso in direzione S (vedi immagini di seguito).
Più in alto si possono osservare le costellazioni zodiacali di Bilancia, Scorpione,con la sua brillante e rossa stella Antares, e Ofiuco.
centauro    OmegaCentauri
- Il cielo ad Est inizia a presentare le costellazioni e gli asterismi tipici del cielo estivo, come l'Aquila, il Cigno e la Lira, le cui stelle più luminose formano il noto Triangolo Estivo. Più alte sull'orizzonte, invece, ci sono Ercole e la Corona Boreale.

Eventi celesti del mese

Di seguito, sono elencati giorno per giorno gli eventi astronomici (osservabili alle nostre latitudini) più interessanti nel mese tra cui congiunzioni, eclissi, attività degli sciami meteorici, passaggi di ora solare/legale, posizioni astronomiche particolari.
 

1 Maggio

Nessun evento.

2 Maggio

La Luna e il pianeta Nettuno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 04:27 quando la loro separazione è di 4,4° O.

3 Maggio

  • La Luna si trova nel nodo discendente della sua orbita alle ore 03:18.
  • Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Eta Liridi.

4 Maggio

Nessun evento.

5 Maggio

 
Nessun evento.
 

6 Maggio

  • La Luna è alla sua minima distanza di 357909 km dalla Terra alle ore 05:25 (perigeo).
  • Lo scame meteorico delle Eta Aquaridi raggiunge il massimo della sua attività. In circostanze ideali si possono osservare fino a 40 meteore all'ora, alle nostre latitudini.
  • La Luna nuova si verifica alle ore 21:30. In questo giorno la Luna si trova tra Sole e Terra e quindi non è visibile.

7 Maggio

Nessun evento.

8 Maggio

La Luna e la stella Aldebaran sono in congiunzione alle 09:10 quando la loro separazione è di 0,2° S di Aldebaran: si verifica un'occultazione, ma gli oggetti non sono visibili durante l'evento. Il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 21.10 quando la loro separazione è di 5,9° E.


9 Maggio

  • Lo sciame meteorico delle Eta Liridi raggiunge il massimo della sua attività. In circostanze ideali si possono osservare fino a 3 meteore all'ora.
  • Il pianeta Mercurio si trova in congiunzione inferiore (tra la Terra e il Sole) alle ore 17:06. Si verifica il transito sul disco solare dalle ore 13:46 alle ore 20:26.

10 Maggio

Il pianeta Giove è stazionario alle ore 00:41 e successivamente inizia il suo moto progrado. E' molto brillante (m=-2,2) e risulta un oggetto prominente nel cielo notturno e crepuscolare.

11 Maggio

 
Il pianeta Mercurio è alla sua minima distanza di circa 83 milioni di chilometri dalla Terra alle ore 19:02.
 

12 Maggio

 
La Luna e l'ammasso aperto del Presepe sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 21:38 quando la loro separazione è di 6,6° SSE
 

13 Maggio

La Luna è al primo quarto alle ore 19:03.

14 Maggio

  • La Luna e la stella Regolo sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 01:56 quando la loro separazione è di 4,7° OSO.
  • Termina l'attività dello sciame meteorico delle Eta Liridi.

15 Maggio

  • La Luna e il pianeta Giove sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 02:29 quando la loro separazione è di 5,6° OSO.
  • La Luna si trova nel nodo ascendente della sua orbita alle ore 22:40.

16 Maggio

Nessun evento.

17 Maggio

Nessun evento.

18 Maggio

  • La Luna e la stella Spica sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 21:23 quando la loro separazione è di 4,6° NE. 
  • La Luna è alla sua massima distanza di 405955 km dalla Terra alle ore 23:54.

19 Maggio

 
Il pianeta Mercurio è alla sua massima distanza di circa 70 milioni di chilometri dal Sole alle ore 18:30.

20 Maggio

 
Nessun evento.

21 Maggio

  • La Luna e il pianeta Marte sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 21:17 quando la loro separazione è di 5,4° N.
  • La Luna piena si verifica alle ore 23:15. In questo giorno la Terra si trova tra Luna e Sole e la Luna è visibile per tutta la notte.

22 Maggio

  • Il pianeta Mercurio è stazionario alle ore 00:02 e successivamente inizia il suo moto progrado. Non è visibile di notte.
  • Il pianeta Marte è in opposizione con il Sole alleore 08:58 e quindi alla sua massima visibilità dell'anno. E' molto brillante(m=-2,1) ed è un oggetto prominente nel cielo notturno e crepuscolare.
  • La Luna e la stella Anteres sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 04:50 quando la loro separazione è di 10,6° NNO.
  • La Luna e il pianeta Saturno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 22:37 quando la loro separazione è di 2,6° N.
 

23 Maggio

Nessun evento.

24 Maggio

Nessun evento.

25 Maggio

Nessun evento.

26 Maggio

La Luna e Plutone sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 00:01 quando la loro separazione è di 5,2° ENE.

27 Maggio

 
Nessun evento.
 

28 Maggio

 
Termina l'attività dello sciame meteorico delle Eta Aquaridi.
 

29 Maggio

 
La Luna è all'ultimo quarto alle 14:13.

30 Maggio

  • La Luna e il pianeta Nettuno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 02:37 quando la loro separazione è di 4,1° ENE.
  • La Luna di trova nel nodo discendente della sua orbita alle ore 06:51.
  • Il pianeta Marte è alla sua minima distanza di circa 75 milioni di chilometri dalla Terra alle ore 23:36.

31 Maggio

Nessun evento.

Nelle seguenti immagini vi riportiamo le simulazioni delle congiunzioni multiple previste per le notti del 21 e 22 maggio alle ore 23:30 in direzione SSE. Proprio in questa direzione è possibile iniziare a vedere la parte della Via Lattea che sarà ben osservabile durante i mesi estivi.
 
- 21 maggio
21maggio
- 22 maggio
22maggio

Orari Sole e Luna

*Sole
 
  sorge tramonta culmina
1 maggio 06 : 05 20 : 08
13 : 07
5 maggio 06 : 00 20 : 13 13 : 06
10 maggio 05 : 54 20 : 18 13 : 06
15 maggio 05 : 49 20 : 23 13 : 06
20 maggio 05 : 44 20 : 28 13 : 06
25 maggio 05 : 41 20 : 33 13 : 06
 
*Luna
 
novilunio
novilunio
6 maggio 2016 21 : 30
primo quarto
primo quarto
13 maggio 2016 19 : 03
plenilunio
plenilunio
21 maggio 2016 23 : 15
ultimo quarto
ultimo quarto
29 maggio 2016 14 : 13

Pianeti in Aprile

Mercurio

 
In questo mese, il pianeta Mercurio è protagonista dell'evento astronomico più importante del 2016: il giorno 9 maggio transita davanti al disco solare, durante la fase di congiunzione. L'evento inizia intorno alle 13:20 e dura fino al tramonto del Sole. Mercurio torna visibile nel cielo verso la fine del mese, prima dell'alba tra le luci del crepuscolo mattutino.

Venere

 Ormai termitato il periodo favorevole per l'osservazione di questo pianeta, in questo mese Venere risulta essere molto vicino al Sole, attraversando le costellazioni dell'Ariete e del Toro.

Marte

 Insieme a Mercurio, Marte risulta protagonista delle notti di maggio, essendo il periodo migliore per la sua osservabilità: sorge a SE al crepuscolo serale, culmina a S durante le ore centrali della notte e tramonta a O prima del crepuscolo mattutino. Si trova nella costellazione dello Scorpione per quasi tutto il mese, è coinvolto in belle congiunzioni le sere del 21 e 22 maggio e il giorno 30 si trova alla minima distanza dalla Terra. Questo è il momento migliore per osservare il pianeta rosso, con l'ausilio di strumenti ottici almeno di medie dimensioni, per poter scorgere i dettagli della sua superficie.

Giove

Visibile nella costellazione del Leone, il gigante del Sistema Solare in questo mese è il pianeta più luminoso del cielo. Al tramonto del Sole, si trova già alto nel cielo in direzione S e durante la notte si sposta verso O.

Saturno

 Il pianeta con gli anelli segue le orme di Marte con cui è coinvolto in suggestive congiunzioni le notti del 21 e 22 maggio insieme alla Lunae alla stella Antares. Risulta visibile quasi tutta la notte: sorge a SE dopo Marte e tramonta a O all'alba. Si trova nella costellazione dell'Ofiuco e questo è il periodo migliore per osservarlo, dato che raggiunge l'opposizione il 3 giugno.

Urano

 La visibilità di Urano risulta ancora molto difficiltosa trovandosi ad una distanza angolare dal Sole che non costente la sua osservazione. Si trova nella costellazione dei Pesci, dove rimane per tutto l'anno in corso.

Nettuno

 Si trova nella costellazione dell'Acquario, dove rimarrà fino al 2022. In questo mese è visibile prima dell'alba, abbastanza basso sull'orizzonte, anche se l'intervallo di tempo per la sua osservazione tende ad aumentare nel mese in corso.

Meteore

Lo sciame meteorico più importante del mese di Maggio è quello delle Eta Aquaridi, che devono il nome al radiante, situato in prossimità della stella η Aquarii della costellazione dell'Acquario, dal quale sembrano provenire.
Questo sciame meteorico è dovuto ai resti della famosa cometa 1P Halley e il picco di attività è previsto nella notte tra il 5 e il 6 maggio, poco prima dell'alba.
 
- Poichè la costellazione dell'Acquario in questo periodo dell'anno si trova molto bassa sull'orizzonte e sorge poco prima del sorgere del Sole, queste meteore risultano di difficile osservabilità nell'emisfero boreale, in cui si prevede un picco di 30-35 meteore all'ora durante la massima attività dello sciame, prima dell'alba.
 
- Al contrario, nell'emisfero australe la costellazione e quindi lo sciame meteorico è più facilemente visibile durante la notte con un picco previsto di circa 60 meteore all'ora durante la fase di massimo.
Di conseguenza, le regioni meridionali dell'italia sono le più favorite per l'osservazione delle Eta Aquaridi poichè hanno a disposizione una fascia oraria di oltre un'ora dal sorgere del radiante delle meteore fino al crepuscolo mattutino.
Si segnala che quest'anno l'osservazione sarà abbastanza favorevole, data l'assenza del disturbo lunare (il novilunio cade proprio il 6 maggio).
 
Nell'immagine è rappresentata la simulazione del cielo della notte tra il 5 e il 6 maggio alle ore 4:30 in direzione E.
EtaAquaridi6maggio

Comete

- C/2013 X1 PANSTARRS immersa tra le luci del tramonto, il 20 aprile scorso ha raggiunto il perielio e raggiungerà il perigeo il 22 giugno, periodo in cui dovrebbe risultare più luminosa dalla Terra ma non per noi dell'emisfero boreale. L'unica chance che abbiamo è quella di tentare di osservarla in questo mese tra le luci dell'alba nella costellazione dell'Acquario prima che sparisca dal nostro orizzonte. Gli ultimi giorni di maggio e i primi di giugno sono ideali per tentare l'osservazione dell'astro chiomato: in questo determinato periodo la X1 sorge dopo le 2:00 di notte e a stento supera i 10° di elevazione sull'orizzonte, prima che si perda tra le luci del crepuscolo mattutino. Sfida aperta per gli appassionati.
 
L'immagine è una simulazione del cielo del 28  Maggio alle ore 03:30 in direzione ESE.
x1PANSTARRS

- 252/P LINEAR si trova nella costellazione dell'Ofiuco. Si consiglia l'osservazione i primi giorni del mese, poichè con il tempo la sua luminosità tenderà a scendere. Necessario l'ausilio di uno strumento ottico grande (diametro maggiore di 150 mm).

L'immagine è una simulazione del cielo del 10 Maggio alle ore 03:10 in direzione S.252P-LINEAR

- C/2014 S2 PANSTARRS già alta in cielo dopo il crepuscolo serale, questo astro chiomato si trova nella costellazione dell'Orsa Maggiore. Molto tenue, la sua osservazione richiede l'ausilio di un telescopio grande (diametro maggiore di 150 mm).

L'immagine è una simulazione del cielo del 10 Maggio alle ore 22:10 in direzione O.s2PANSTARRS

** Gli orari sono riferiti all'orario legale (UTC + 2) e sono calcolati per la latitudine media italiana (Roma 12°29' Est – 41°53' Nord).
 
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo Bollettino

Bollettino Meteo | Temporali al Nord, caldo crescente al Centro-Sud

Situazione ribaltata: il Nord finalmente respira, al Sud invece inizio settimana con caldo crescente. Attenzione forti temporali sulle regioni settentrionali con rischio grandinate.

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.