Meteone
galaxy
L'inverno ormai è arrivato e le ore di buio aumentano sempre più. Allora sfidiamo il freddo e godiamoci il bellissimo cielo invernale. Cosa possiamo osservare? A voi scoprirlo in questo articolo della rubrica "The walking...in the sky". Buona lettura e....cieli sereni!

Mese di Dicembre

Eventi principali da ricordare in questo mese: una bella congiunzione tra cometa Luna e Venere l'8 Dicembre, il tramonto più anticipato dell'anno, lo spettacolo delle stelle cadenti Geminidi tra il 7 e il 17, il solstizio d'inverno il 22 del mese, l'occultazione della stella Aldebaran da parte della Luna il 23 dicembre; infine, con l'aiuto di strumenti ottici, possiamo goderci il passaggio di qualche bella cometa.

Carte del Cielo 

Diamo uno sguardo d'insieme al cielo notturno di questo mese.
 
Carta del cielo del 1° dicembre alle ore 23 ad una latitudine italiana media di 42°N.
01dic
Carta del cielo del 15 dicembre alle ore 23 ad una latitudine italiana media di 42°N.
15dic
*Nelle mappe del cielo, non sono segnati i pianeti del sistema solare e la Luna.

Costellazioni e stelle (zenit, nord, ovest, sud, est)

- Il cielo di Dicembre è caratterizzato vicino allo zenit dalla costellazione dell'Auriga, con la brillante stella Capella, e la costellazione di Perseo, nei pressi del quale possiamo individuare il famoso doppio ammasso di Perseo, visibile anche con un binocolo.
DoppioAmmassoPerseoLigustri
- Verso l'orizzonte Nord,  si osserva in basso la costellazione del Dragone accompagnata più in alto dall'Orsa minore. L'Orsa Maggiore inizia ad alzarsi sull'orizzonte occupando una posizione quasi verticale in direzione NE. In direzione NO, invece, ritroviamo la costellazione di Cefeo e la costellazione del Cigno, ormai prossima al tramonto.
 
- Ad Ovest ritroviamo, prossima all'orizzonte, la costellazione di Pegaso e più sopra quella di Andromeda, in cui si può osservare la nota galassia omonima anche con un piccolo telescopio. Verso SO sono presenti le costellazioni dei Pesci e della Balena. 
AndromedaLigustri
- L'orizzonte Sud in basso è privo di stelle luminose, ma più in altro ritroviamo le costellazioni tipiche invernali, Orione affiancato dal Toro; verso SE si possono osservare il Cane Maggiore e il Cane Minore: finalmente è ben visibile l'asterismo del Triangolo Invernale formato dalle stelle Sirio del Cane Maggiore, Procione del Cane Minore e Betelgeuse di Orione.
 
- Il cielo ad Est è caratterizzato dalle costellazioni zodiacali del Leone, con la sua luminosa stella Regolo, il Cancro e i Gemelli, con la coppia stellare di Castore e Polluce. Nel Cancro possiamo osservare anche con un piccolo telescopio l'ammasso stellare aperto del Presepe.
PresepeLigustri

Eventi celesti del mese

Di seguito, sono elencati giorno per giorno gli eventi astronomici più interessanti nel mese tra cui congiunzioni, eclissi, attività degli sciami meteorici, passaggi di ora solare/legale, posizioni astronomiche particolari.
 

1 Dicembre

Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Puppidi - Velidi.

2 Dicembre

La Luna e la stella Regolo sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 06:21 quando la loro separazione è di 4,2° SO.

3 Dicembre

  • Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Sigma Idridi.
  • La Luna è all'ultimo quarto alle ore 8:41.

4 Dicembre

  • La Luna e il pianeta Giove sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 06:41 quando la loro separazione è di 2,3° S.
  • La Luna si trova nel nodo ascendente della sua orbita alle ore 19:38.

5 Dicembre

  • La Luna è alla sua massima distanza di 405773 km dalla Terra alle ore 22:31 (apogeo).
  • Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Leo Minoridi.

6 Dicembre

La Luna e il pianeta Marte sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 02:53 quando la loro separazione è di 0,7° SSE. Questa è una congiunzione molto ravvicinata dei due oggetti.

7 Dicembre

  • La Luna e la stella Spica sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 03:49 quando la loro separazione è di 4,9° NE.
  • Lo sciame meteorico delle Puppidi - Velidi raggiunge il suo massimo; il numero di meteore visibili in circostanze ideali è 10/h.
  • Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Geminidi.

8 Dicembre

 
La Luna e il pianeta Venere sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle 04:21 quando la loro separazione è di 5,3° ESE.

9 Dicembre

  • Il tramonto più anticipato dell'anno di verifica alle ore 16:38.
  • Lo sciame meteorico delle Monocerotidi raggiunge il suo massimo; il numero di meteore visibili in circostanze ideali è 2/h.

10 Dicembre

Finisce l'attività dello sciame meteorico delle Tauridi Nord.

11 Dicembre

 
La Luna nuova si verifica alle 11:30.
 

12 Dicembre

  • Lo sciame meteorico delle Sigma Idridi raggiunge il suo massimo; il numero di meteore visibili in circostanze ideali è 3/h.
  • Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Coma Berenicidi.

13 Dicembre

 
Nessun evento.
 

14 Dicembre

Lo sciame meteorico delle Geminidi raggiunge il suo massimo; il numero di meteore visibili in circostanze ideali è 120/h.

15 Dicembre

  • Finisce l'attività dello sciame meteorico delle Puppdi - Velidi.
  • Finisce l'attività dello sciame meteorico delle Sigma Idridi.

16 Dicembre

  • Il pianeta Giove è alla sua migliore visibilità dell'anno con una magnitudine pari a m=-2,1, risultando molto brillante.
  • Lo sciame meteorico delle Coma Berenicidi raggiunge il suo massimo; il numero di meteore visibili in circostanze ideali è 3/h.
  • La Luna e il pianeta Nettuno sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 22:02 quando la loro separazione è di 6,7° O.

17 Dicembre

  • Finisce l'attività dello sciame meteorico delle Monocerotidi.
  • Finisce l'attività dello sciame meteorico delle Geminidi.
  • Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Ursidi.

18 Dicembre

  • La Luna si trova nel nodo discendente della sua orbita alle ore 16:11.
  • La Luna è al primo quarto alle ore 16:15. 


19 Dicembre

Nessun evento.

20 Dicembre

  • La Luna e il pianeta Urano sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 01:03 quando la Luna si trova a 2,2° SSO del pianeta. Questa è una congiunzione non molto notevole dei due oggetti, difficile da vedere anche con un telescopio.
  • Lo sciame meteorico delle leo Minoridi raggiunge il massimo della sua attività. Il numero di meteore visibili in circostanze ideali è di 5/h.

21 Dicembre

  • Il pianeta Marte e la stella Spica sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 03:17 quando Marte si trova a 3,8° N della stella.
  • La Luna è alla sua minima distanza di 368431 km dalla Terra alle ore 11:04.

22 Dicembre

 
Il solstizio d'inverno avviene alle ore 05:49. In questo giorno il Sole raggiunge la sua minima declinazione e questo risulta essere il dì più corto dell'anno ( 9h 07m).
 

23 Dicembre

  • La Luna e l'ammasso aperto delle Pleiadi sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 01:06 quando la Luna si trova a 9,1° S dell'ammasso.
  • La Luna e la stella Aldebaran sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 19:11 quando La Luna si trova a 0,1° N della stella. Si verifica un'occultazione.
  • Finisce l'attività dello sciame meteorico delle Coma Berenicidi.
  • Lo sciame meteorico delle Ursidi raggiunge il suo massimo; il numero di meteore visibili in circostanze ideali è 10/h.

24 Dicembre

 
Nessun evento.

25 Dicembre

 
La Luna piena si verifica alle ore 12:12.
 

26 Dicembre

  • Il pianeta Urano é stazionario alle ore 10:25; successivamente inizierà il suo moto progrado. Risulta molto tenue (m=5,8) e visibile ad occhio nudo solo sotto un cielo perfettamente buio; si consiglia l'utilizzo almeno di un binocolo per l'osservazione.
  • Finisce l'attività dello sciame meteorico delle Ursidi.

27 Dicembre

 
Nessun evento.
 

28 Dicembre

  • La Luna e l'ammasso aperto del Presepe sono in congiunzione; il momento di maggiore visibilità della congiunzione è alle ore 03:40 quando la Luna si trova a 5,6° S dell'ammasso.
  • Inizia l'attività dello sciame meteorico delle Quadrantidi.

29 Dicembre

  •  Il pianeta Mercurio ha la sua massima elongazione serale (distanza angolare dal Sole) alle ore 03:57 e si vede meglio la sera. Mercurio è a 20° E del Sole.

30 Dicembre

Nessun evento.
 

31 Dicembre

 
Nessun evento.
Nelle seguenti immagini vi riportiamo le simulazioni di alcuni eventi che avverranno durante il mese.
 
- La congiunzione dell'8 dicembre tra Luna e Venere alle ore 04:30 circa, quando i due astri si trovano nella costellazione della Vergine.
CongLunaVenereCometa
- La stretta congiunzione tra la Luna e la stella Aldebaran, l'occhio rosso della costellazione del Toro, qualche minuto prima che si verifichi l'occultazione: la Luna transiterà davanti alla gigante rossa, nascondendola alla nostra vista. Gli orari e le direzioni di questo fenomeno celeste sono i seguenti:
* 19:05 inizio occultazione da Est
* 20:08 fine occultazione ad Ovest
CongLunaAldebaran

Orari Sole e Luna

*Sole
 
  sorge tramonta culmina
1 dicembre 07 : 17 16 : 39 11 : 58
5 dicembre 07 : 21 16 :39 12 : 00
10 dicembre 07 : 26 16 : 38 12 : 02
15 dicembre 07 : 30 16 : 39 12 : 05
20 dicembre 07 : 33 16 : 41 12 : 07
25 dicembre 07 : 35 16 : 43 12 : 09
 
*Luna
 
ultimo quarto
ultimo quarto
03 Dicembre 2015 08 : 41
novilunio
novilunio
11 Dicembre 2015 11 : 30
primo quarto
primo quarto
18 Dicembre 2015 16 : 15
plenilunio
plenilunio
25 Dicembre 2015 12 : 12

Pianeti in Dicembre

Mercurio

Il pianeta conclude l'anno in bellezza: il 29 dicembre arriverà alla sua massima elongazione serale raggiungendo i 20° di distanza angolare dal Sole in direzione E; sarà quindi possibile osservarlo dopo il tramonto. Al momento risulta l'unico pianeta visibile in prima serata.

Venere

Finalmente Venere ricompare nei cieli serali verso fine mese, anche se ancora tra le luci del tramonto. Lo troviamo in direzione E: negli ultimi giorni di dicembre tramonterà circa un'ora dopo il Sole. Per avere una visione migliore del pianeta dobbiamo ancora aspettare.

Marte

Il pianeta rosso mantiene all'incirca la posizione che ha occupato nel cielo nei mesi scorsi, facendo da protagonista nelle belle congiunzioni prima dell'alba. Da ricordare la congiunzione tra Marte e Luna il 6 Dicembre e tra Marte e Spica, la stella più luminosa della costellazione della Vergine, il giorno 21 Dicembre.

Giove

Giove sorge sempre più in anticipo, a metà mese lo farà intorno a mezzanotte in direzione E, spostandosi poi verso S fino all'alba. Lo troviamo tra la costellazione della Vergine e quella del Leone.

Saturno

Non ancora visibile nella prima parte del mese, a causa di una distanza angolare dal Sole molto piccola, negli ultimi giorni di Dicembre potremo scorgerlo tra le luci dell'alba in direzione E, cosicchè il numero dei pianeti visibili ad occhio nudo nella seconda parte della notte aumenterà a 4. Nei prossimi mesi, l'osservabilità del pianeta degli anelli andrà via via migliorando.

Urano

Visibile per buona parte della notte nella costellazione dei Pesci, la sua luminosità è al limite della visibilità ad occhio nudo in cieli bui, quindi si consiglia l'osservazione con un telescopio o un buon binocolo. Il 26 dicembre risulterà stazionario, iniziando successivamente il suo moto progrado sempre nella costellazione dei Pesci.

Nettuno

Possiamo osservare il pianeta in direzione SO dopo il tramonto del Sole, ancora per poco. Anche per Nettuno, la luminosità è al limite della visibilità ad occhio nudo in cieli bui, quindi si consiglia l'osservazione con un telescopio o un buon binocolo. Nettuno si trova nella costellazione dell’Acquario.

Meteore

Lo sciame meteorico più significativo del mese di dicembre è sicuramente quello delle Geminidi, uno tra i più importanti sciami di tutto l’anno. Avvistato per la prima volta i primi anni del IXX secolo, pare si tratti di uno sciame giovane che nel tempo si è evoluto: nell’800 si contavano 20/30 meteore all’ora nel picco di attività, ma con il passare degli anni le meteore sono aumentate fino ad arrivare, ai nostri giorni, ad un massimo che supera le 100 meteore all’ora.

A differenza degli altri sciami meteorici, di cui si è parlato nei mesi precedenti, le Geminidi non sono generate da una cometa, bensì da un asteroide, 3200 Phaethon. Esistono diverse teorie sull’origine di questo sciame meteorico in quanto l’asteroide che le genera lascia pochi detriti rispetto alla quantità di meteore che si osservano. In un primo momento si pensava che 3200 Phaethon fosse parte del grande asteroide Pallade (550 km di diametro), staccata da questo in seguito allo scontro tra Pallade stesso e un altro asteroide, ma le ricerche e le osservazioni hanno portato gli astronomi a smentire questa ipotesi. Attualmente la teoria più accreditata è quella secondo cui 3200 Phaethon, passando molto vicina al Sole durante la sua orbita estremamente ellittica, subisce un intensissimo irraggiamento solare per un periodo relativamente lungo; tale esposizione provoca l’espulsione di particelle e detriti dalla struttura dell’asteroide che vanno a rigenerare, ad ogni perielio, lo sciame meteorico.

Qualsiasi sia l’origine delle Geminidi, lo spettacolo è assicurato: con il novilunio dell’11 dicembre, un picco di attività previsto nella notte tra il 13 e il 14 del mese e una velocità di entrata nell’atmosfera terrestre piuttosto bassa, possiamo aspettarci di vedere luminose meteore e spettacolari bolidi.

Comete

Come nel mese scorso, le comete che brilleranno nel cielo sono le due Panstarrs e Catalina. Vediamo nel dettaglio:

- C/2013 US10 Catalina - Finalmente questa cometa inizia a brillare nei nostri cieli boreali ad orari sempre più lontani dall'alba; in particolare nella seconda metà del mese sarà possibile osservare la cometa di Natale 2015 in piena notte nei pressi della costellazione della Vergine in direzione SE, con l'utilizzo anche di un semplice binocolo. Da non perdere le congiunzioni di Catalina con Luna e Venere la notte dell'8 dicembre e con la stella Arturo, della costellazione del Bootes, dal 31 dicembre.

L'immagine è una simulazione del cielo del 28 dicembre alle ore 6:20 in direzione SE.

CatalinaDic2015

- C/2014 S2 PANSTARRS - Questa cometa circumpolare, il 9 dicembre passerà dal perielio, risultando di nona magnitudine (dati stimati). Sarà visibile per tutto il mese nella costellazione del Dragone. L'orario di migliore osservabilità per metà mese è intorno alle 05:30 a NE.

L'immagine è una simulazione del cielo del 15 dicembre alle ore 5:30 in direzione NE.

S2PanstarrsDic2015

- C/2013 X1 PANSTARRS - Abbastanza alta nel cielo in prima serata, durante il mese passerà dalla costellazione di Andromeda a quella di Pegaso. Le stime dicono che a Dicembre dovrebbe crescere di luminosità, sfiorando la decima magnitudine; sarà quindi osservabile con un telescopio di medie dimensioni. L'orario di migliore osservabilità è intorno alle 19:20 in direzione S a metà mese.

L'immagine è una simulazione del cielo del 15 Novembre alle ore 19:20 in direzione SSO.

X1PanstarrsDic2015

** Gli orari sono riferiti all'orario solare (UTC + 1) e sono calcolati per la latitudine media italiana (Roma 12°29' Est – 41°53' Nord).
 
** Si ringrazia l'astrofotografo Rolando Ligustri per averci concesso l'utilizzo delle sue foto astronomiche.
 
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Martedì 10 Aprile 2018 - 11:25

Bollettino meteo | Forte maltempo al Nord, Giovedì peggiora anche al Centro-Sud

Ancora 72 ore di forte maltempo sulle regioni settentrionali. La fase atlantica non si placa, con continue perturbazioni atlantiche. Giovedì... Leggi tutto

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.