Meteone
 

Martedì 2 Luglio è previsto uno degli eventi astronomici più emozionanti a cui un essere umano possa assistere: un'eclissi totale di Sole, l'unica di questo tipo nel 2019. 

Vi sono più di 150 lune nel nostro Sistema Solare ma solo una orbita intorno al nostro pianeta. La nostra però è una luna "speciale" e domani martedì 2 luglio 2019, a causa di un meraviglioso allineamento celeste, darà luogo ad uno degli eventi astronomici più emozionanti a cui un essere umano possa assistere: un'eclissi totale di Sole, l'unica di questo tipo nel 2019. Poiché le leggi che regolano la meccanica celeste sono di tipo deterministico, sappiamo già che la totalità durerà 4 minuti e 33 secondi ed inizierà precisamente quando in Italia saranno le 22:39. E così vale per tutte le eclissi dei secoli avvenire. Viviamo in un meraviglioso orologio cosmico.
 
 
eclissiluglio2   eclissiluglio3
Percorso della centralità dell'eclissi sul territorio cileno (sinistra) e animazione del movimento del cono d'ombra lunare sulla superficie terrestre, a destra. Fonte: Nasa. Link Gif -> https://eclipse.gsfc.nasa.gov/SEanimate/SEanimate2001/SE2019Jul02T.GIF
 
 
COS'è E QUANDO SI VERIFICA Il nostro pianeta è "circondato" da una sola luna, ma questa possiede caratteristiche uniche: rispetto alle dimensioni della Terra, è la luna più grande in proporzione al pianeta dell' intero Sistema Solare (rapporto delle masse 1/81). Questo particolare rapporto dimensionale fa sì che il moto di rotazione intorno al proprio asse e il moto di rivoluzione lunare intorno alla Terra siano sincroni, avvengano cioè entrambi in circa 27 giorni terrestri (27 giorni, 7 ore, 43 minuti). Mentre la Terra ruota intorno al proprio asse e intorno al Sole, la Luna compie gli stessi movimenti intorno al nostro pianeta. Il piano su cui giace l'orbita lunare è inclinato di 5° rispetto al piano dell'eclittica e intercetta quest'ultimo in 2 punti chiamati nodi.
 
Perché si verifichi un'eclissi di Sole è necessario che si realizzino due condizioni: non solo la Luna "nuova" deve trovarsi in una di queste due posizioni nodali, ma questo punto di intersezione deve anche trovarsi lungo la congiungente immaginaria tra il Sole e la Terra. Solo così un fortunato osservatore, che si trovi sulla superficie del nostro pianeta lungo lo stretto percorso descritto dal cono d'ombra lunare, vedrebbe la Luna coprire perfettamente il Sole, generando un' eclissi solare totale (eclissi centrale). Leggeri scostamenti rispetto a questa posizione, genereranno una copertura solo parziale del Sole, cioè una cosiddetta eclissi parziale o non centrale. Ma non basta: non è ancora sufficiente. Serve ancora un'altra delle caratteristiche uniche della nostra luna. Essa infatti è circa 400 volte più piccola del nostro Sole ma si trova anche circa 400 volte più vicina al nostro pianeta di quanto non sia la nostra stella. Questo fa sì che, visti dalla Terra, il disco lunare e il disco solare possano avere lo stesso diametro apparente nel cielo.
 
Vi sono tra le 150 e le 198 lune nel Sistema Solare, ma nessuna dà luogo ad un eclissi di Sole così perfetta. Dalla superficie del nostro pianeta, godiamo della vista migliore dell'intero cosmo. Poiché l'orbita lunare non è perfettamente circolare, ma ellittica, può capitare che durante un'eclissi di Sole il nostro satellite possa trovarsi leggermente più lontano rispetto alla distanza media, non comprendo perfettamente il disco solare, ma lasciandone scoperta una porzione a forma di anello (eclissi anulare di Sole)
 
 
eclissiluglio4
Allineamento Sole-Luna-Terra necessario perché si verifichi un eclissi di Sole. 
 
 
UN EVENTO SPECIALE Non c'è (e non c'è stata) in tutta la storia dell'umanità una popolazione che non si sia emozionata davanti allo spettacolo di un'eclissi totale di Sole. Durante la fase centrale (totalità) dell'eclissi, quando il disco solare è completamente coperto da quello lunare, il cielo si fa scuro quasi come fosse notte (tranne una sottile striscia in corrispondenza dell'orizzonte). A rendere questa esperienza ancor più emozionante è la comparsa, durante la fase di totalità dell'eclissi, della corona solare, cioè dell'atmosfera della nostra stella, che normalmente ci è preclusa la vista dalla sua eccessiva luminosità. Nel 1868 due scienziati, il francese Pierre Janssen e l'inglese Norman Lockyer, effettuando esperimenti di spettroscopia della corona solare proprio durante un eclissi totale di Sole, scoprirono un nuovo elemento della tavola periodica mai osservato prima: l'elio, il secondo elemento chimico più diffuso nell'intero Universo!
 
 
 
eclissiluglio6
Eclissi totale di Sole durante la centralità, quando diviene visibile la corona solare Fonte: Repubblica
 
 
DOVE E QUANDO Se stavate già preparando gli occhiali dotati di filtro solare, abbiamo una cattiva notizia da darvi: il fenomeno sarà visibile solo lungo una stretta fascia che dall'Oceano Pacifico meridionale si allungherà fino in Cile e in Argentina, dove l'eclissi sarà visibile poco prima del tramonto. Sull'Europa sarà già calata la sera. Per i fortunati, che potranno assistere di persona a questo evento astronomico, sarà un'esperienza indimenticabile, non solo per l'eclissi in sé, ma anche per il luogo. La Società Astronomica Pugliese ha organizzato una spedizione aperta al pubblico per seguire l'evento e ha scelto la regione di Coquimbo, nel nord del Cile, come campo base. Se esistesse, il paradiso degli astronomi assomiglierebbe molto a questa parte di mondo: un altopiano desertico nell'emisfero australe ma, prossimo all'equatore, circondato da vette disabitate, confinante ad ovest con il più esteso degli oceani terrestri e ad est con la catena delle Ande, in cui si possono contare anche 300 giorni all'anno di cielo sereno e valori bassissimi di umidità dell'aria. Non a caso è la regione terrestre con una delle più alte concentrazioni di grandi telescopi al mondo, appartenenti alle più importanti agenzie spaziali planetarie, tra le quali la NASA e l'europea ESO.
 
eclissiluglio5
I telescopi VLT dell' European Southern Observatory (in basso a destra e sinistra) nella regione del Coquimbo (Cile) 
 
 
A rendere ancor più magico lo spettacolo offerto della danza di Sole e Luna sarà il fatto che, dal nostro punto di osservazione privilegiato in Cile, l'eclissi avverrà al tramonto, quando il Sole si troverà solo pochi gradi sopra l'Oceano con i pianeti Mercurio, Marte e Venere a fargli da scudieri. Qui in basso la ricostruzione di come apparirà il cielo sopra il Very Large Telescope sul Cerro Paranal
 
IN ITALIA  La diretta streaming integrale dell'eclissi di Sole verrà trasmessa durante un evento organizzato dalla Società Astronomica Pugliese presso il C.E.A. Solinio di Cassano delle Murge, a partire dalle ore 20:30. Maggiori info potrete trovarle a questo link
 
 
eclissiluglio1   eclissiluglio7
Ricostruzione computerizzata della fase di totalità dell'eclissi vista dal VLT (Cerro Paranal, Cile). In alto il disco solare coperto dalla Luna, in basso il pianeta Venere. Fonte: ESO A destra la felpa celebrativa che indosseranno i membri S.A.P. della spedizione cilena
 
 
 
 
© Riproduzione riservata
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo Bollettino

Bollettino Meteo | Temporali al Nord, caldo crescente al Centro-Sud

Situazione ribaltata: il Nord finalmente respira, al Sud invece inizio settimana con caldo crescente. Attenzione forti temporali sulle regioni settentrionali con rischio grandinate.

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

There Is . description . right there
Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.