Meteone
 

Secondo i dati di Arpa Puglia, la quantità di "ostreopsis ovata" è generalmente diminuita ma restano due località dove si superano i limiti di guardia. La situazione peggiora nel barese.

La situazione migliora anche se l'allarme non è ancora del tutto passato. Sono positivi gli ultimi dati pubblicati dall'Arpa Puglia per quanto riguarda la ostreopsis ovata, meglio conosciuta come alga tossica che tanta preoccupazione aveva suscitato nelle settimane scorse.
 
ULTIMO BOLLETTINO Nella seconda metà di luglio la concentrazione di ostreopsis ovata è diminuita in 3 delle 5 località in cui erano stati superati i livelli di guardia: si tratta di Torre Canne (Br) dove la presenza dell'alga è passata da "molto abbondante" a "scarsa", Porto Badisco (Le) dove si è scesi da "molto abbondante" a "modesta", e La Forcatella (Br) dove la concentrazione dell'alga è stata declassata da "molto abbondante a "discreta" o "abbondante".
 
Resta invece da bollino rosso la situazione in due località: sul litorale tarantino di Torre Colimena dove, nonostante un deciso miglioramento (la presenza dell'alga sul fondale è stata quasi dimezzata), la concentrazione della ostreopsis ovata resta sopra i limiti di guardia. E poi sul litorale barese, a Lido Trullo dove la situazione è addirittura peggiorata: la concentrazione dell'alga tossica sul fondale, già "molto abbondante", è ulteriormente aumentata ed è la più alta registrata nella regione. 
 
 
 
algatossica7ago
La mappa aggiornata fornita da Arpa Puglia
 
 
COS'è L'ALGA TOSSICA Si tratta di un'alga unicellulare del gruppo delle Dinoflagellate. Le dimensioni sono mediamente comprese tra 30 e 60 micron e sono quindi invisibili all'occhio umano: vive solitamente su alghe pluricellulari e su fondali rocciosi prediligendo acque calme, calde e bene illuminate. L'alga produce tossine (Palitossina simile) e se presente in grandi quantità può essere quindi dannosa per gli umani: gli effetti dell'alga si fanno sentire soprattutto sui soggetti più fragili, come i bambini. Il rischio per chi viene a contatto è di incorrere in riniti, faringiti, laringiti, bronchiti, febbre, dermatiti, congiuntiviti. 
 
CONTROLLI  Arpa Puglia ha attivo il monitoraggio Ostreopsis per la stagione estiva, allo scopo di verificare, in alcuni tratti costieri destinati alla balneazione, la presenza quali-quantitativa della citata microalga, potenzialmente tossica. Allo scopo, l'Agenzia controlla costantemente da giugno a settembre, con frequenza quindicinale 20 siti, distribuiti sull'intero territorio regionale e rappresentativi della tipologia costiera potenzialmente interessata dalla presenza della specie.
 
• INFORMAZIONI E PRECAUZIONI Il monitoraggio dell'alga tossica da parte dell'Arpa
 
 
© Riproduzione riservata
 
 
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Sabato 17 Novembre 2018 - 09:02

Bollettino meteo | Grecale e temporali sparsi: temperature in ulteriore calo

L'afflusso di correnti più fredde dai Balcani mantiene instabile il tempo soprattutto sulla Puglia. Clima a tratti freddo soprattutto su... Leggi tutto

Allerte

NessunaAllertaMeteo

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.