Meteone
 

La perturbazione della scorsa settimana ha portato forti temporali ma anche disagi e ingenti danni all'agricoltura. Migliaia i fulmini caduti in pochi giorni.

maltempo1518giu1SINOTTICA A partire dall'11 giugno una saccatura di origine nord-atlantica ha investito l'Europa centro-occidentale isolando una goccia fredda (cut-off) sulle regioni centro-meridionali italiane per poi spostarsi verso la penisola balcanica. Tra il 14 e il 15 giugno la circolazione depressionaria è traslata dal medio-basso tirreno allo Ionio attivando condizioni di spiccata instabilità su tutto il sud. Instabilità che si è poi trascinata, seppur in tono minore, fino al 18 giugno.
 
Le nostre regioni, e in particolare la Puglia, sono state quindi investite da un'intensa ondata di maltempo: tre giorni in cui rovesci e temporali hanno colpito a più riprese il nostro territorio provocando disagi e danni. Le precipitazioni sono state diffuse: ha piovuto quasi ovunque ma in maniera irregolare con zone colpite duramente e altre in parte risparmiate: un risultato inevitabile considerando che si trattava di un peggioramento di tipo temporalesco.
 
TEMPORALI L'ondata di maltempo è iniziata giovedì 14 con il transito del fronte freddo: i temporali, diffusi e di forte intensità, hanno colpito soprattutto le zone interne di entrambe le regioni. Il venerdì 15, invece, il dislocamento del minimo sul mar Ionio ha pilotato correnti fresche e fortemente instabili su un mar adriatico più caldo della norma: il maltempo ha colpito durissimo tutta la Puglia adriatica al mattino e i settori interni e ionici nel pomeriggio. Tra sabato 16 e domenica 17 la circolazione depressionaria si è poi spostata sui Balcani da dove ha continuato a pilotare correnti instabili verso le nostre regioni: i temporali si sono concentrati nuovamente sulle zone interne pugliesi e lucane oltre che sul settore ionico.
 
Alcune località con accumuli abbondanti Bari 100mm; Gallipoli (Le) 93mm; Carpino (Fg) 89mm; Acquaviva 87mm; Rodi (Fg) 80mm; Bitonto 72mm; Giovinazzo 70mm; Gioia del Colle 63mm; Cagnano Varano 60mm; Novoli 60mm Leuca 60mm; Lucera 57mm; Torremaggiore 55mm; Ruvo 55mm; S.Giovanni Rotondo 50mm; Corato 50mm; Andria 50mm; Taranto 40mm; Brindisi 40mm; Foggia 25mm. (Dati protezione civile dal 14 al 17 giugno)
 

Gallery - La tempesta di fulmini sulla Puglia

 
 
FENOMENI VIOLENTI I forti contrasti dettati dalla presenza di aria più fresca in quota hanno dato vita a temporali anche di forte intensità e, purtroppo, anche a fenomeni violenti. Si sono registrate grandinate, seppur localizzate, in particolare nel nord foggiano, nel barese interno e nell'entroterra salentino. In altre zone a creare problemi è stata l'ingente quantità  di pioggia caduta in un breve lasso di tempo: è il caso del foggiano, dove è esondato in alcuni punti il torrente Candelaro, nel barese, dove si sono registrati allagamenti e pesanti disagi alla circolazione in diversi Comuni mentre torrenti notoriamente "secchi" si sono trasformati in fiumi in piena (Tiflis a Bitonto, Lamasinata a Bari).
 
maltempo1518giutrombamarinaGrande spettacolo hanno regolato i fulmini: sono migliaia quelli caduti nell'ultima settimana tra Puglia e Basilicata. Purtroppo, però hanno causato anche qualche attimo di paura: a Locorotondo una saetta si è abbattuta su una palazzina bruciando l'intero impianto elettrico ma senza causare feriti. Segnalata anche una tromba marina (waterspout) poco al largo della costa adriatica leccese, nella zona comprese fra le marine di Melendugno e Castro.
 
DANNI Inevitabili i danni all'agricoltura: le piogge abbondanti ma soprattutto le grandinate e le forti raffiche di vento hanno messo in ginocchio le aree coltivate in particolare su alcune zone dell'alto tavoliere,del barese e del Salento. Secondo Coldiretti Puglia, dagli ortaggi, agli oliveti, dai mandorleti ai ciliegeti, dai vigneti al grano, nei primi 6 mesi dell'anno sta sfiorando i 2 miliardi di euro.
 
Particolarmente colpite la provincia di Bari, dove le grandinate a Gioia e Putignano hanno colpito campi di grano e di ciliegie, mentre in provincia di Lecce una grandinata notturna ha interessato i territori di Alezio, Taviano, Parabita e San Nicola, danneggiando le colture viticole e ortofrutticole.
  

Gallery - I danni del maltempo

 
 
© Riproduzione Riservata
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Mercoledì 12 Settembre 2018 - 09:32

Bollettino meteo | Domina l'alta pressione: sole e caldo estivo

L'anticiclone resta a protezione dell'Italia garantendo tempo stabile e clima estivo. Una debole perturbazione atlantica porterà qualche isolato rovescio tra... Leggi tutto

Allerte

noallerta2

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.