Meteone
 

Nonostante l'estate sia vicina, sul massiccio del Pollino resistono tracce di neve oltre i 2mila metri di quota. La situazione sarebbe migliore rispetto alle ultime annate.

Sul Pollino resistono delle "pennellate" di bianco. Come testimoniato dalle foto concesse da Gabriele Atripaldi e Andrea Pizzini, infatti, a metà maggio resistono ancora dei nevai oltre i 2mila metri di quota (precisamente a 2225 m.slm), non lontano dalla vetta che è invece a 2248 m.slm.
 
Siamo precisamente nella parte più a sud del massiccio del Pollino, al confine tra Basilicata e Calabria: qui troviamo uno dei nevai più meridionali dell'intero Vecchio Continente. Le tracce di neve in alcuni punti sono decisamente consistenti e dipingono il paesaggio creando un'atmosfera inusuale e affascinante tra il bianco della "dama bianca" e il verde segno della primavera che avanza.
 
 
 
 
Non ci sono rilevazioni ufficiali o un archivio di foto che potrebbe permettere un confronto certo e preciso con le altre annate. Ma stando al racconto di esperti del posto, come per esempio gli escursionisti autori delle foto, la situazione di quest'anno è positiva: la neve che resiste, sia come quantità che come profondità, è sicuramente maggiore rispetto alle ultimissime annate.
 
 
 
 
 
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Venerdì 22 Giugno 2018 - 09:02

Bollettino meteo | Perturbazione in arrivo: instabile nel pomeriggio, fresco e temporali in serata

Il fronte freddo legato alla nuova perturbazione investirà soprattutto il settore adriatico: stasera peggiora sui settori centro-settentrionali con maestrale e... Leggi tutto

Allerte

allerta22-23giugno

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.