Meteone
 

Da questa notte aria più fredda sta affluendo sul medio-basso adriatico portando un sensibile calo delle temperature: quota neve in calo fino in bassa collina ma fenomeni irregolari e intermittenti.

SITUAZIONE Una massa d'aria  fredda di estrazione artica ha raggiunto i Balcani e da questa notte sta affluendo in parte anche sull'Italia interessando soprattutto il versante adriatico e in genere il sud Italia. 
 
Le nostre regioni sono interessate marginalmente dal nucleo gelido in quota: avremo quindi la prima ondata di freddo tra oggi e domenica con un netto calo delle temperature, forti venti settentrionali e neve a quote anche basse, ma le precipitazioni saranno piuttosto limitate con accumili deboli in collina e niente fiocchi su coste e pianure.
  
bol28dic1
 
 
PROSSIME ORE L'intera giornata di sabato sarà caratterizzata da tempo spiccatamente variabile con schiarite alternate a veloci annuvolamenti e a rovesci a carattere irregolare che dall'Adriatico si spingeranno verso le zone interne. Grazie al fenomeno dello stau, su coste e primo entroterra i fenomeni risulteranno più blandi mentre nell'entroterra più intensi.
 
Dal pomeriggio assisteremo a una intensificazione dei fenomeni che comunque resteranno a carattere irregolare. Possibili deboli nevicate quindi soprattutto sulle Murge e sull'appennino lucano, ma anche su Gargano, Monti dauni e Valle d'Itria.
 
QUOTA NEVE la quota neve continuerà a scendere dai 5/600 metri del mattino fino ai 300 metri della sera con deboli accumuli a partire dai 400 metri, più consistenti sui versanti esposti della Basilicata. Esclusa la neve su coste e pianure dove, in caso di fenomeni intensi, saranno possibili rovesci di gragnola o neve tonda.  Le precipitazioni saranno quasi esclusivamente generate dal cosiddetto '"Ase" (Adriatic Snow Effect), risulteranno quindi a carattere isolato e intermittente e solo localmente intense con zone colpite e altre completamente saltate anche a pochi chilometri di distanza. 
 
 
 
 
FREDDO E VENTO Le temperature diminuiranno ulteriormente nelle prossime ore portandosi sotto la media stagionale: tra sabato  sera e domenica mattina avremo valori negativi sull'appennino lucano e vicini allo zero sui rilievi pugliesi, mentre temperature più miti si registreranno lungo coste e primo entroterra a causa dei venti tesi e del mare ancora piuttosto "caldo". I venti settentrionali, infatti, si rafforzeranno ulteriormente con raffiche fino a 50-60 km/h.
 
DOMENICA Nella giornata di domenica il tempo resterà ancora variabile ma i fenomeni saranno ancora più isolati e sporadici con nevicate sempre a partire dai 300 specialmente su Monti dauni, Gargano, Murge e appennino lucano: accumuli possibili oltre i 400 metri soprattutto in Basilicata e sul Subappennino dauno, più difficili altrove data l'incosistenza dei fenomeni. Il clima sarà però molto freddo e ventilato con temperature sotto la media e venti forti di tramontana/grecale.
 
© Riproduzione riservata
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Allerte

allertameteo

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.