Meteone
 

Tregua tra venerdì e sabato, poi domenica tornano i temporali con forti venti di scirocco: l'ondata di maltempo sarà però meno intensa e più veloce della precedente.

EVOLUZIONE Una vasta saccatura sull'Europa centro-occidentale continua a pilotare correnti perturbate verso l'Italia rinnovando condizioni di forte maltempo sopratutto al centro-nord: Puglia e Basilicata, almeno per il momento, sono interessate solo marginalmente e il tempo risulta per lo più variabile con temperature in leggero aumento.
 
Tuttavia questa tregua non durerà a lungo: nella giornata di domenica, infatti, una nuova perturbazione pilotata da un vortice depressionario in formazione sulla Tunisia e in  spostamento verso nord, interesserà anche le nostre regioni portando un rapido peggioramento del tempo.
 
L'ondata di maltempo si prospetta comunque meno importante rispetto alla precedente, sia a livello di intensità di precipitazioni e vento, sia per quanto riguarda la durata che sarà piuttosto breve.
 
 
weekend15nov
 
 
VENERDÌ-SABATO La prima parte del weekend sarà caratterizzato da tempo variabile ma per lo più asciutto su gran parte delle nostre regioni. Maggiore nuvolosità, accompagnata da sporadiche e deboli piogge sparse, è attesa sul versante tirrenico lucano, sul Salento e sui settori ionici in genere.  
 
Contestualmente le temperature risulteranno in leggero aumento e nuovamente sopra la media, specie sulla Puglia, con punte fino a 20-21 gradi nella giornata di sabato. 
 
VELOCE PEGGIORAMENTO La giornata di domenica, invece, sarà segnata da un peggioramento del tempo a causa del transito di una veloce ma intensa perturbazione con piogge e temporali accompagnati da forte vento e una notevole attività elettrica. Le precipitazioni maggiori sono attesi sul versante tirrenico della Basilicata e poi sul Salento: altrove i fenomeni, pur localmente intensi, saranno più irregolari. 
 
BURRASCA E MAREGGIATE Il passaggio della perturbazione riporterà anche forti venti dai quadranti meridionali: il picco dell'intensità è atteso tra sabato sera e domenica mattina quando l'ostro/scirocco soffierà mediamente a 50-60 km/h con raffiche fino a 80-90 km/h (burrasca/burrasca forte). Non esclusi picchi fino a 100 km/h (tempesta). A differenza di martedì scorso, però, le raffiche maggiori si registreranno sui settori tirrenici e settentrionali.
 
Anche il mare tornerà a farsi molto agitato con rischio di nuove mareggiate sulle coste esposte, specie quelle salentine, ioniche e anche tirreniche: mareggiate che potrebbero risultare comunque meno intense della precedente ondata di maltempo con un'altezza delle onde (massimo 3-4 metri) inferiore.
 
 
© Riproduzione riservata
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo Bollettino

Bollettino meteo | Tempo in peggioramento: dal pomeriggio freddo, forte grecale e rovesci

La perturbazione è arrivata sull'Italia accompagnata da aria più fredda: al mattino fenomeni solo sui settori più settentrionali ma poi peggiorerà ovunque. Neve sull'appennino oltre i 1000 metri.  

Allerte

allertameteo

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.