Meteone
 

Nel fine settimana dell'Immacolata una nuova perturbazione raggiungerà l'italia portando freddo, piogge e fiocchi a quote basse.

EVOLUZIONE Una nuova perturbazione di origine nord-atlantica, la seconda del mese, raggiungerà l'italia nella giornata dell'Immacolata portando un generale peggioramento del tempo prima al centro-nord e poi anche al sud.
 
La perturbazione sarà seguita dall'ingresso di aria molto fredda di origine artico-marittima che si riverserà sull'Italia portando un netto calo termico, specialmente lungo il versante Adriatico.
 
L'intera dinamica sarà molto veloce: sia il peggioramento, sia la diminuzione delle temperature non dureranno più di 24-36 ore.
 
weekend8102
 
 
VENERDÌ prima parte di giornata caratterizzata da poche nuvole e tempo soleggiato praticamente ovunque con temperature in generale aumento grazie al rinforzo dei venti dai quadranti meridionali. Peggiora tra sera e notte sul settore tirrenico e poi sul foggiano con piogge e neve a quote medio-alte sull'Appennino.
 
SABATO Il passaggio perturbato iniziato sabato sera si esaurirà nel corso della mattinata interessando prima il resto della Basilicata e la Puglia centrale, poi anche il Salento. I fenomeni saranno più intensi e continui sul versante tirrenico, più sparsi e deboli sul resto del territorio. Seguiranno schiarite ovunque.
 
La sera nuovo peggioramento con crollo delle temperature, forti venti da nord e rovesci su Puglia settentrionale e melfese.
 
DOMENICA Residua instabilità al mattino lungo il versante adriatico pugliese con isolati rovesci specie sul gargano. Altrove soleggiato ma clima molto freddo e ventoso con raffiche intense di tramontana.
 
Già in serata il tempo cambierà ancora con venti che ruoteranno da sud e un generale aumento della nuvolosità a partire dai settori occidentali.
 
 
WaterMark 2017-12-07-19-07-23  
 
NEVE l'irruzione fredda riporterà la dama bianca sulle nostre regioni: sabato la neve si manterrà intorno ai 1200 metri al mattino, ma calerà rapidamente tra pomeriggio (7/800) e sera (4/500) fino a sfiorare le quote pianeggianti (2/300) nella notte sui settori settentrionali di Puglia e Basilicata. Possibili rovesci di gragnola o mista in pianure e sulle coste.
 
Nevicate sono quindi previste sull'Appennino lucano mentre sul foggiano potremo avere leggere spolverate fino a quote basse. Nel momento in cui sono attese le temperature più basse in quota (primo mattino di domenica) le precipitazioni saranno infatti scarse o assenti.
 
Anche lievi aggiustamenti dei modelli potrebbero comportare modifiche significative di quota neve e precipitazioni.
 
Come anticipato, avremo un nuovo brusco calo termico da sabato pomeriggio a partire dai settori più settentrionali: le temperature scenderanno di circa 6-8 gradi con valori sotto la media stagionale.
 
 
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Domenica 17 Dicembre 2017 - 09:03

Aria fredda verso il sud: rovesci sparsi e temperature in calo

Torna l'inverno sulle nostre regioni: da oggi avremo a che fare con venti dai quadranti settentrionali, freddo, tempo instabile e... Leggi tutto

Allerte

nessunaallertameteo

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.