Meteone

Aria fredda artico-marittima raggiungerà l'italia portando un nuovo peggioramento con piogge specialmente al centro-sud. Temperature in calo da martedì.

an10nov1Una vasta saccatura, proveniente dalla Scandinavia e accompagnata da aria fredda di origine artico-marittima, raggiungerà nelle prossime ore l'Italia determinando un peggioramento di stampo semi-invernale sull'Italia. Da domenica sera l'aria fredda farà il suo ingresso nel Mediterraneo sia dalla porta della Bora che da quella del Rodano: si andrà a generare un'area di bassa pressione sulle regioni settentrionali in movimento verso sud-est fino a raggiungere il basso Tirreno e poi il mar Ionio.
 
La nuova perturbazione, la terza del mese di novembre, colpira quindi lunedì il centro-nord e tra martedì e mercoledì il sud e anche le nostre regioni portando piogge, temporali, un calo delle temperature e anche fiocchi di neve sull'appennino.
 
SU PUGLIA E BASILICATA Lunedì il fronte freddo legato alla perturbazione attraverserà le nostre regioni portando nuvolosità e piogge che interesseranno soprattutto il versante tirrenico lucano e in maniera più blanda materano e la Puglia. La fase clou del maltempo per Puglia e Basilicata sarà tra martedì e mercoledì quando il vortice depressionario si sposterà verso il basso Tirreno e poi succesivamente anche sullo Ionio. In questa fase saranno possibili piogge più intense e diffuse soprattutto sulla Puglia. Giovedì sarà probabilmente una giornata ancora instabile o a tratti perturbata con fenomeni a carattere sparso su entrambe le regioni ma meno intensi.
 
NEVE La prima irruzione artica porterà anche la neve sull'appennino. Fiocchi potranno cadere in particolare tra mercoledì e giovedì: la quota neve partirà dai 1800 metri ma scenderà rapidamente avvicinandosi a quota 1000 metri.
 an10no2
Si tratta in qualunque caso di stime: presto ancora per decifrare l'esatta traiettoria del minimo,  la tempistica di entrata dell'aria fredda e intensità e diffusione delle precipitazioni.
 
CALO TERMICO Il peggioramento sarà accompagnato anche da un nuovo calo termico anche se meno accentuato rispetto al centro-nord. Le temperature risulteranno in leggero aumento tra domenica e lunedì, mentre da martedì e subiranno una diminuzione grazie all'entrata di aria più fredda in quota: un calo più avvertibile sui settore settentrionali, meno su quelli meridionali. Registremo temperature 4-5 gradi più basse rispetto ai valori del weekend.
 
Oltre al freddo ci sarà anche il vento: sarà prevalentemente dai quadranti sud-orientali o al più orientali, spesso moderato e a tratti anche forte con raffiche fino a 60-70 km/h lungo l'Adriatico. I venti ruoteranno dai quadranti settentrionali (maestrale) soltanto da giovedì/venerdì)
 
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Mercoledì 22 Novembre 2017 - 08:49

Si rafforza l'alta pressione: tempo soleggiato ma notte fredda

L'alta pressione garantisce tempo stabile su Puglia e Basilicata mentre le temperature tornano nella media. Ancora un po' freddo di... Leggi tutto

Allerte

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.