Meteone
StormLuglioSatpiccolaE’ un continuo sali e scendi la colonnina di mercurio. Variabilità atmosferica ed un tempo sempre dinamico, mai statico e noioso. Ma è Primavera, ed è giusto così, essendo la stagione per antonomasia più variabile in assoluto. Ma continuerà?
 
Ben ritrovati al nostro consueto appuntamento settimanale. Dopo il passaggio di stampo invernale del 25 aprile e dopo quello fresco tra il 30/04 ed il 04/05, che ha riportato neve sopra i 1400 m., piogge, vento e molti temporali, adesso ci apprestiamo a vivere qualche giornata soleggiata, mite ma non esageratamente calda.
 
Infatti, come si può evincere dall’immagine satellitare, una vasta figura alto-pressoria (lettera A) è presente sulla Spagna, Francia, Germania, Paesi Bassi, Olanda, Danimarca, Svizzera, Germania occidentale, Inghilterra e sud della Scandinavia. Ma l’Italia, essendo ai margini orientali dell'alta pressione, è sotto l’influenza di freschi venti nord-orientali, che mantengono le temperature su valori miti. L'alta pressione isolerà una “sua figlia” sul reparto scandinavo-scozzese” (ne riparleremo più avanti).
 
Si possono notare anche 4 ben distinte zone di bassa pressione (lettera B):
  • la prima è presente sul Mar Nero, ed è la bassa pressione che ci ha interessato sino ad oggi con il suo carico di temporali, piogge, venti forti e nevicate. Ad essa è collegata un fronte occluso (linea tratteggiata nera) e, al contempo, sta risucchiando aria fresca da Nord Est (frecce azzurre), responsabili del “ciotolato” nuvoloso cerchiato in azzurro, con annessi alcuni temporali (quadrati rosso/gialli);
  • più a Nord, sulla Russia, è presente un altro vortice depressionario (lettera B), con annesso fronte freddo (linea tratteggiata blu);
  • un altro vortice di bassa pressione (lettera B), con il suo fronte occluso (linea tratteggiata nera), si trova al largo del Marocco, e sta interessando, con la sua nuvolosità e le sue piogge, il Marocco ed il Sud-ovest della penisola iberica;
  • infine è presente la semi-permanente depressione d’Islanda (lettera B in alto a sinistra), con il suo lungo fronte occluso/freddo (linea tratteggiata nera/blu) che dal centro di bassa pressione si dilunga sino ad ovest del Portogallo.
analisi satellitare040516
Questa è quindi la situazione barica a livello europeo fotografata dal satellite: come si può ben evincere, si presenta piuttosto movimentata, cosa tipica della primavera.

Ma come evolverà la situazione? 

- Il vortice di bassa pressione marocchino fungerà da polo di attrazione per le depressioni Nord Atlantiche. Infatti un centro di bassa pressione si getterà verso Sud (freccia nera 1) attorno al 6 di maggio, piazzandosi immediatamente ad ovest del Portogallo.
 
- Questa "operazione" scatenerà (freccia nera 2) una risalita dell’anticiclone africano sul Centro-Sud Italia, con cieli velati, sabbia in sospensione e temperature alte (molto alte sui settori settentrionali della Sicilia). Le regione tirreniche ed i rilievi del centro vedranno alcune piogge, mentre altrove il clima sarà secco. Al Nord Ovest e sulla Sardegna invece pioverà abbondantemente. In Piemonte rischio nubifragi dall'8 Maggio in poi. Sul Nord Est vi saranno ampie schiarite alternati a brevi e locali piogge, più probabili vicino ai rilievi.
 
- La configurazione barica rimarrà in stallo sino all’11 Maggio (freccia nera 3), quando finalmente la perturbazione riuscirà a sfondare verso est, portando un generale peggioramento del tempo a livello italiano con piogge sparse (meno intense su Puglia e Molise). Conseguentemente si avrà una rotazione dei venti dai quadranti nord-occidentali ed un repentino crollo termico.
 
- La bassa pressione continuerà la sua azione di disturbo, anche se meno accentuata, sino al 15 maggio quando si dovrebbe allontanare definitivamente verso est (freccia nera 4).
 
- A questo punto, l’alta pressione delle Azzorre (freccia nera 5), si ergerà verso Nord Est, andandosi a congiungersi e, successivamente, ad isolarsi tra sud della Scandinavia e Scozia, dove vigeva un’altra zona di alta pressione (quella di cui parlavamo all’inizio). Se dovesse andare in porto, l'altra pressione permetterà la discesa di aria fresca da Nord Est sul lato adriatico, con temperature non calde (ed una lieve instabilità diurna sui monti), mentre lascerà scoperto il reparto tirrenico da possibili ingressi perturbati dall’Atlantico. L’Italia potrebbe essere in balia di un tempo con temperature in linea col periodo (o leggermente inferiori) e variabile.
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.