Meteone
ImmagineAprile2015piccolaL’inverno, dopo non esser praticamente esistito sulla scena italica (e su gran parte dell’Europa) nei mesi prettamente invernali, sta dando mostra di se, almeno parzialmente, in questo Marzo. Andiamo a scoprirne insieme i motivi e le possibili evoluzioni.
 
Quest’oggi le diverse disposizioni bariche sul reparto europeo si presentano piuttosto particolari e fuori dagli “schemi convenzionali”. Infatti possiamo trovare un poderoso anticiclone (lettere A) che dalle Azzorre si erge verso il Regno Unito per poi piegare verso est in direzione delle zone centro-meridionali della Scandinavia, l’Europa orientale ed il Mar Caspio. In queste zone abbiamo una significativa ondata d’aria mite (frecce rosse).
 
Questa importante figura pressoria, ha sospinto un vortice freddo di bassa pressione (lettera B) in moto retrogrado (est-ovest anziché il contrario come il moto di rotazione terrestre “imporrebbe”) che ora è presente appena ad ovest del Mar Ligure, accompagnato da 2 fronti occlusi (linee tratteggiate nere). La depressione è accompagnata da aria fredda (frecce blu) di origine semi-continentale.
analisi satellitare160316
Il vortice depressionario sul Piemonte sta apportando nevicate a quote pianeggianti (ricordiamo che in Piemonte le zone pianeggianti sono a quote superiori ai 200-400 m., quindi a livelli di bassa o media collina). Mentre sul versante tirrenico e su Romagna, Puglia, Calabria e Sicilia stiamo assistendo a violenti temporali e rovesci.
 
Altre figure depressionarie sono: il vortice d'Islanda in alto a sinistra (lettera B) con un frotne occluso ad esso collegato (linea tratteggiata nera); un vortice freddo sulla Russia (lettera B in alto a destra), con un fronte freddo (linea tratteggiata blu), il quale riesce a sprofondare sin sulla Turchia (area azzurra).

Ma come evolverà la situazione?

Dopo l’instabilità su Calabria e Puglia nella giornata odierna e in quella di domani, il tempo migliorerà parzialmente. Infatti l’Italia si troverà in una sorte di limbo, sospeso tra il vortice depressionario sopraccitato che, nel frattempo, si sarà spostato ulteriormente verso ovest (freccia nera 1) e, ad est, dovrà guardarsi da aree depressionarie artiche presenti sull’Europa dell’orientale (freccia nera 2). L’anticiclone delle Azzorre invece si sarà parzialmente ritirato verso ovest (freccia nera 4).
Che significa questo in fatti concreti? 
- I reparti occidentali risentiranno di una debole corrente umida meridionale con tempo variabile, parzialmente soleggiato e piuttosto mite, e possibili deboli, brevi e locali piovaschi specie sui rilievi.
 
- Il reparto adriatico invece potrà essere raggiunto da deboli correnti più fresche da Nord Est, con cielo variabile ma prevalentemente soleggiato in un contesto più fresco.

- Solo il Sud Italia dovrebbe trovarsi in condizioni ancor più stabili e miti. Attorno al 21-22 marzo qui addirittura, potrebbe arrivare la prima ondata di caldo primaverile, con temperature, localmente, che toccheranno i +25+27°C (Sicilia e Calabria).

Attenzione: attorno al 23-24 marzo il vortice italico, ora presente su di noi, traslerà sulla Spagna e verrà nuovamente raggiunto da aria fredda artico-marittima (freccia nera 4), stante un nuovo innalzamento dell’anticiclone delle Azzorre verso Nord Est (freccia nera 5).

Ciò determinerà un nuovo passaggio perturbato specie al centro-sud, ma con parziale interessamento anche del Nord Italia, ivi con neve a quote di alta collina.

A seguire, sembra probabile il transito di un cuneo di alta pressione (freccia nera 6) su tutta la nostra penisola seguito di un nuovo du un importante peggioramento (freccia nera 7) tra il 28 marzo e il 1° aprile, a causa di una depressione atlantica. Quest'ultima parte previsionale è da prendere con le pinze. 

 

 

Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.