Meteone
Milano-nebbiaIn questi ultimissimi giorni stiamo vivendo giornate dal sapore leggermente invernale, con nevicate a quote collinari, gelate nelle pianure del Nord ed uno scenario complessivamente animato. Ma dal 29 ritornerà una situazione simil-primaverile: andiamo a vedere tutto ciò attraverso il satellite. Come sempre un ben ritrovati all’appuntamento settimanale sull’analisi satellitare...
 
Guardando l'immagine satellitare l’Italia è colpita in pieno, in queste ore, da instabili e fredde correnti artico-marittime (frecce blu) che, come spiegammo e prevedemmo una settimana fa, si stanno gettando su di noi grazie all’innalzamento verso Nord dell’anticiclone delle Azzorre (figura barica A sulla sinistra) il quale si sta innalzando sin alle porte dell’Islanda.
 
- Lo sbilanciamento verso Nord dell'Azzore, porta le correnti fredde artiche marittime (stamani è entrata una -4°c ad 850 hpa sul Nord Italia, cioè a quota ci circa 1350 metri) a tuffarsi sul Mediterraneo, a seguito anche di una perturbazione (linea tratteggiata nera) facente capo ad una depressione ad ovest della penisola scandinava (lettera B).
analisi satellitare251115
- Una volta entrata sul Mediterraneo, l’aria fredda ha scavato, grazie al contrasto termico col mare e alla deviazione delle correnti aeree, causata dalla presenza delle Alpi, un debole minimo barico sul Golfo Ligure (lettera B). La sua destinazione principale però sarà il Sud Italia (freccia nera 1), in direzione dell’altro minimo barico presente sull’Italia e, più precisamente, sul Mar Ionio (lettera B); il minimo barico è nato sulla Pianura Padana sabato scorso, all’esordio del primo affondo perturbato, e trasferitosi al Sud Italia da ieri, sta già apportando condizioni di tempo molto perturbato, ventoso e piuttosto freddo. Al minimo barico sono associati: un fronte freddo – linee blu – e due fronti caldi – linee rosse. Quest’ultimi stanno sgretolando, con scarsi effetti, il campo di alta pressione presente sull’Est Europa – lettera A

- L'ulteriore apporto di aria fredda nel caldo bacino del mediterraneo, non farà altro che generare altro maltempo (Abruzzo in primis), con temporali, tanta pioggia e parecchia neve da quote di alta collina, specie lungo il versante Adriatico Centro-Meridionale.

- Al Nord Italia, dopo un veloce passaggio piovoso (e nevoso in collina) oggi il il tempo è migliorato, al seguito si dovrebbero registrate temperature piuttosto basse (per la stagione), con estese (anche se non forti) gelate anche in pianura.

- A conclusione della descrizione dell’immagine satellitare, c'è da citare anche un centro di bassa pressione presente tra Islanda e la Groenlandia (lettera B nell’estrema parte alta a sinistra), dalla quale si dilungono due fronti caldi (linee rosse tratteggiate), i quali, però, non stanno apportando grossi fenomeni.

In seguito cosa accadrà? 

Dopo il 28 il tempo migliorerà vistosamente. Come da freccia nera 2, l’Anticiclone delle Azzorre, con un lieve contributo africano, si “coricherà” nuovamente sull’Italia. La causa è da imputarsi a un nuovo rinforzo del vortice polare che di andrà ricompattando (è in corso, oltretutto, uno stratcooling, un fenomeno che vede la presenza di aria molto fredda in stratosfera e che favorisce proprio il rinforzamento del VP).
 
Ritornerà la ventilazione zonale (ovest-est), che causerà un proliferare di forti depressioni “miti” sul Nord Europa ed un consequenziale distensione dell’anticiclone sul centro-sud Europa, con il ricrearsi di situazioni di nebbie o nubi basse in Pianura Padana e di temperature molto miti sui monti e coste.

Beltempo e nebbie che dovrebbero accompagnarci fino al 4 Dicembre, poi potremmo assistere ad una debole-moderata passata di aria più fresca ed instabile, ma probabilmente non molto incisiva ne, tantomeno, duratura. Al prossimo appuntamento per ulteriori aggiornamenti...

 

 

Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.