Meteone

HotLuglioQuest’oggi la nostra analisi satellitare sarà alquanto scarna in quanto priva di veri spunti di interesse a livello di osservazione meteo e, tanto meno, di previsione a medio-lungo termine.

Andiamo a scoprire il perché.

L’immagine satellitare che si può apprezzare oggi vede un’ampia zona anticiclonica, ormai sempre più dalle caratteristiche africane e sempre meno azzorriane, presente sulla penisola iberica, Francia, Italia, Austria e Svizzera. La zona anticiclonica vede l’afflusso di aria molto calda (e stabile) dal Nord Africa sulle zone sopra citate. La robustezza anticiclonica, inoltre, determina una compressione dell’aria verso il basso. La compressione è di tipo adiabatica, come avviene quando si utilizza la pompa per gonfiare le ruote di un bicicletta, fa si che l’aria si riscaldi ulteriormente.

analisi satellitare140715

- La risalita di questa corrente viene determinata da una zona ciclonica a Sud Est del Portogallo (lettera B, anche se, in realtà, si torva più spostato verso S/E, in una zona non coperta dall’immagine). Il riproporsi, ultimamente, di tale figure cicloniche in questo spazio di mare, è dovuta, anche, dalla presenza di una zona con particolare anomalia negativa termica dell’Oceano, anomalia in grado di “attirare” le zone cicloniche in quei luoghi.

- Altrove, è presente il solito vortice di bassa pressione islandese, con annessi vari minimi barici secondari (lettere B) ed un fronte freddo (linea tratteggiata blu) presente sulla Mittle Europe. Questa zona è attraversata da correnti miti ed umide (freccia gialla) provenienti dall’Oceano, di direzione occidentale o nord-occidentale (freccia azzurra).

- Un’altra zona di bassa pressione è presente sul Mar Nero e “fa ponte” con un’altra zona di bassa pressione presente sulle Repubbliche Baltiche. La figura barica richiama un flusso di correnti fresche (frecce azzurre) dal Nord Europa sin sulla penisola ellenica. Queste correnti stanno generando instabilità variabile (temporali, area cerchiata in verde) ed un vero e proprio fronte freddo (linea tratteggiata blu). Si assiste a un vero e proprio "sprofondamento" cha va a generare una risposta calda e stabile sulla Turchia (freccia rossa) .

Questo è il quadro barico attuale…ma come evolverà?

- Purtroppo, per almeno 10 giorni, la situazione dovrebbe rimanere invariata. Il vortice fresco sul mar Nero dovrebbe quasi del tutto (ma non totalmente) sopirsi, le depressioni dovrebbero continuare a correre oltre al 50° parallelo N.

- La zona di bassa pressione dovrebbe rimanere stabile sull’Oceano Atlantico ed il caldo e l’afa continuare ad imperversare su penisola iberica, Francia ed Italia…anzi, dovrebbero aumentare, ad esclusione di un lieve e momentaneo calo per il giorno 20.

- FORSE, solo dal 25, le perturbazioni atlantiche potrebbero aver la forza di abbattere, almeno sul Centro-Nord Italia, tale mostro anticiclonico di caldo insopportabile, apportando una moderata rinfrescata e un passaggio temporalesco. Ma è una previsione con bassa validità predittiva, sia perché a lunghissimo termine, sia perché questa situazioni che stiamo vivendo sono molto ostiche da "debellare".

Vedremo se, al prossimo aggiornamento, avremo qualche novità previsionale (si spera fresca)...

 

 

Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.