Meteone

Una settimana che si è aperta all'insegna delle forti piogge e delle nevicate in collina al Nord. Nei prossimi giorni una serie di minimi depressionari interesseranno sia il Sud Italia che il Centro-Nord, con nevicate e freddo in aumento. Poi arriverà il grande gelo?

Giov22Feb2018Situazione in Europa - L'alta pressione delle Azzorre in questi giorni si sta spingendo verso Nord, sul lato orientale iniziano a fluire masse d'aria sempre più fredde. Nel Mediterraneo si vengono a creare profonde depressioni con severo maltempo lungo tutta la Penisola. L'Azzorre continuerà a spingersi verso il Polo, e nel weekend una massa d'aria molto gelida si spingerà verso l'Europa dell'Est e centrale, potrebbe essere il via a una grande fase gelida e nevosa anche per l'Italia
Guarda le previsioni grafiche a 3 giorni per l'Italia
Le previsioni per questa seconda parte della settimana...
 
Domani (Mercoledì 21) assisteremo alla formazione di una profonda depressione sul Sud Italia che convoglierà forti piogge e temporali verso i versanti ionici meridionali. Temporali e rovesci anche sul Centro Adriatico e Isole. 
 
Giovedì 22 e Venerdì 23 una nuova depressione si formerà sull'alto Tirreno convogliando rovesci e temporali (anche di forte intensità), verso tutta la Penisola. Aria sempre più fredda inizierà ad affluire al Centro-Nord dalla porta della Bora, con nevicate che potrebbero spingersi fin quasi al piano sulla Romagna (seguite le previsioni dettagliate in home e i relativi aggiornamenti). 
 
Weekend: migliora Sabato gradualmente al Sud, peggiora al Centro-Nord, soprattutto Emilia Romagna, Marche e Nord-Ovest. Attenzione perchè la notte tra Sabato e Domenica sarà la nottata che ci traghetterà verso una possibile ondata gelida di vaste proporzioni.
VASTA ONDATA GELIDA: QUANDO E DOVE? 
INCERTA LA TRAIETTORA che la massa d'aria gelida, proveniente dalla steppe russe (BURAN), vorrà prendere. Attualmente l'elemento di indecisione è proprio il BACINO DEL MEDITERRANEO, e l'Italia essendo al suo centro, si trova a un crocevia tra le calde e umide correnti atlantiche e il gelido vento siberiano. RANGE TEMPORALE: dal 25 Febbraio ai primi di Marzo.
Perchè si è formata questa ondata? Leggi la spiegazione SSW (Riscadalmento della Stratosfera)
Buran25Feb2018
Gli elementi più certi attualmente sono: il freddo molto probabilmente interesserà il Nord della Penisola, con temperature glaciali, di molto sotto gli 0°C anche in Pianura. 
 
Gli elementi di incertezza: 1. Il gelo interesserà anche il Sud della Penisola? In che quantità? 2. Formazione di minimi depressionarie nel Mediterraneo? 3. Le zone più colpite dalla nevicate?
 
Vi consigliamo di seguire passo passo i prossimi aggiornamenti sul sito per capire la traiettoria e le zone colpite dalla nevicate a partire dalla prossima settimana.
 
 
Discussione Utenti
Re: Settimana dal volto instabile e freddo, prima del grande gelo? -- Geloneve
Thursday, 22 February 2018 06:10
Tutto bianco (ad esclusione delle strade che hanno un velo parziale) qui a San Biagio, temperatura scesa a +0,3°c e nevicata debole/moderata in corso.

A Forlì è mondoneve, con nevicata intensa, tutte le strade bianche!
Re: Settimana dal volto instabile e freddo, prima del grande gelo? -- Geloneve
Thursday, 22 February 2018 04:50
Nevicata in atto qui a San Biagio (RA), nella pianura tra Faenza e Forlì. Finalmente, dopo tanti tentativi (il migliore dei quali alle 03:24 quando la temperatura era scesa a +1,3°c con precipitazione quasi tutta sotto forma di neve), adesso è da un po' che la temperatura sta scendendo e la neve sta cadendo.
Neve in corso, vento debole da W, caduti 7,6 mm di precipitazione (dopo gli 11,4 mm di ieri) e temperatura minima di +0,8°c (in corso e, quindi, forse, non definitiva).

Sino alle 8:00 abbiamo speranza che nevichi.
Mi ero illuso un po' quando ieri sera nevicava ed imbiancava leggermente sino ai 50 m. di quota (San Lorenzo in Noceto - FC), cosa veramente notevole ed anticipata ed un po' anche quando questa notte, alle 3:24, la temperatura era scesa a +1,3°c con precipitazione quasi tutta sotto forma di neve.

Poi, purtroppo, la temperatura è risalita a +1,9°c attorno alle 4:45 anche se, fortunatamente, adesso è nuovamente in calo deciso.
Purtroppo le precipitazioni sono risultate meno intense del previsto e, quindi, la temperatura non è scesa quanto avrebbe potuto fare.

Ultimo bollettino

Venerdì 28 Settembre 2018 - 13:56

Bollettino Meteo | Medicane "Zorbas" nello Ionio: colpirà duramente la Grecia

La depressione tropicale sul basso Ionio risalirà verso nord-est diventando "medicane" venerdì notte. Sabato colpirà duramente la Grecia. Nessun effetto... Leggi tutto

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.