Meteone

Negli ultimi giorni si sta sentendo molto parlare di un riscaldamento in Stratosfera che potrebbe portare un forte episodio Invernale sull'Europa. Tutto ciò è vero, ma per l'Italia la situazione è più complicata.

Che cos'è lo Stratospheric Sudden Warming (SSW)?
gfs t10 nh f96Spiegazione breve e in termini profani (per tutti): si tratta di un riscaldamento molto veloce della Stratosfera (la parte di Atmosfera che sovrasta la Troposfera) in sede polare. Immaginate che solitamente durante l'anno sul Polo in Stratosfera abbiamo una palla (vortice) che gira a mille con temperature fino a -80°C.
 
Ogni anno solitamente si assiste a dei riscaldamenti di tipo "Minor - Minore" (con vortice che gira meno a palla e un riscaldamento contenuto). Più raramente (tempi di ritorno 4-5 anni) accade però che questo riscaldamento sia molto più forte (di tipo Major) toccando o superando gli 80°C, ed ecco che il Vortice Polare (VP) inizia a disintegrarsi, e solitamente si divide in due lobi che scendono di latitudine, mentre sul Polo si viene a formare un'alta-pressione.
 
Se questo tipo di riscaldamento si propaga dalla Stratosfera alla Troposfera, ecco che sull'Europa assistiamo a un evento invernale abbastanza gelido. 
 
Spiegazione lunga in termini tecnici (per gli addetti ai lavori o gli appassionati): Spiegazione sul SSW del Col. Guido Guidi
Il riscaldamento previsto nei prossimi giorni
Ormai il riscaldamento (SSW di tipo Major) in Stratosfera è ormai certo (mancano solamente 96h) e la propagazione verso il basso (dalla quota di 10hpa fino a 100hpa) sarà anch'essa immediata; questo significa che già dal 15 Febbraio assisteremo a un Vortice Polare diviso in due lobi, con uno dei due, che scendendo di latitudine, andrà a interessare l'Europa. 

Riscaldamento in Stratosfera

Palpabile il riscaldamento in Stratosfera evidenziato dalle frecce rosse. SSW di tipo Major con divisione in due lobi del Vortice Polare.

temps

Venti zonali

Netta l'inversione dei venti zonali, con l'Heat Flux molto elevato. 

fluxes

Mappa Strato 10hpa

La divisione in due lobi del Vortice Polare, dovuto al forte riscaldamento.

ecmwf10f120

Mappa 150hpa

Linea di interazione tra Stratosfera e Troposfera, in cui si evidenza il vasto sistema altropressorio sul Continente Europeo.

ecmwf150f192

La dinamica che si dovrebbe instaurare in Troposfera vedrà un vasto anticiclone ibrido Russo-Siberiano, con valori a 850hpa di -25°C. Questo anticiclone dovrebbe man mano inglobare anche la Scandinavia. A questo punto verso l'Europa dal 20 Febbraio si muoverà una lingua gelida (il così detto Buran), che ingloberà molto probabilmente l'Europa orientale. 
A questo punto l'interrogativo è: l'Italia verrà coinvolta e come? 
E' impossibile ad oggi capire come queste dinamiche a scala continentale potranno interessare la nostra Penisola. Come già accaduto in passato (vedasi Febbraio 2012 o Gennaio 1985), l'interessamento dell'Italia è frutto di interazioni con depressioni atlantiche e un gioco di alte pressioni sull'Europa occidentale. Se tutti i tasselli (fattore fortuna), andranno a loro posto, abbiamo in potenziale un grande evento gelido e nevoso. Per questo vi consigliamo di seguire passo dopo passo l'evolversi della situazione...
 
 
Discussione Utenti
Non ci sono messaggi in questo articolo

Ultimo bollettino

Martedì 20 Febbraio 2018 - 19:21

Bollettino Meteo | Temporali e rovesci al Sud, neve in collina al Centro-Nord

La giornata si apre all'insegna delle forti piogge sulle regioni meridionali, con una risalita temporalesca verso il comparto ionico della... Leggi tutto

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.