Meteone

spring-sun-piccolaLasciandoci alle spalle le vacanze pasquali, la stagione primaverile ingrana la marcia e inizia a decollare. La primavera italiana è ballerina, e quest'anno è stata ancor di più: si è passati dalla piena primavera di Martedì 31 Marzo scorso (con picchi di 26-27°C su molte zone d'Italia), a Pasqua all'insegna di piogge, clima freddo e nevicate anche a quote basse.

La Pasquetta più stabile, ma comunque fredda, ha solo anticipato quella che potremmo definire una giornata storica, o quasi, per il Centro-Sud Italia, versante adriatico: 7 aprile 2015, rimarrà negli archivi. Rovesci nevosi fino a 300 metri, episodi di graupel/neve tonda fin su pianure e coste. Temperature in quota da record: -38°C a 5000 metri (500 hPa), neanche fossimo in Inverno.

Ora la Primavera, e verrebbe da dire finalmente, ha deciso di fare sul serio: da domani, per almeno i successivi 7 giorni, l'Italia avrà tempo stabile, soleggiato e con clima mite. L'Alta Pressione tornerà a impossessarsi dello Stivale, facendo avvertire la sua presenza attraverso termometri in rialzo e rasserenamento dei cieli un po' su tutte le regioni.

Perciò che tempo dobbiamo aspettarci nei prossimi giorni?

Il sole sarà il vero protagonista di questa settimana post-pasquale: splenderà in pratica incontrastato su tutto il territorio nazionale, grazie alla conformazione che assumerà l'Alta Pressione, disponendo il suo promontorio in modo da proteggere l'intera Penisola. Temperature in aumento graduale, non rapido: correnti orientali più fresche, infatti, protrarranno la loro presenza sulle zone del Medio-Basso Adriatico, impedendo di fatto ai termometri di realizzare una vera e propria impennata. Sarà una risalita termica lenta che, giorno dopo giorno, riporterà l'Italia a condizioni tipiche della Primavera.

Vediamo ora nel dettaglio che condizioni meteo si avranno sull'Italia settentrionale e al Centro-Sud Italia nelle prossime 96-120 ore.

Prima fase: la goccia fredda, responsabile del colpo di coda invernale di queste ore, si sposta lentamente verso Est, causando ancora episodi d'instabilità al Sud. Alta Pressione in graduale avanzamento verso il Centro-Nord e la Sardegna, con ritorno della stabilità.

Anticiclone8Aprile2014

Mercoledì 8 Aprile - Nord: giornata stabile, asciutta e soleggiata su tutto il territorio del settentrione italiano. Al mattino cieli sereni al Nord-Ovest, su Trentino, Emilia-Romagna e Veneto, qualche nube innocua, specie sotto forma di velatura, interessa l'Alto Adige, la Romagna e il Friuli. Nel pomeriggio rasserenamento generale dei cieli, con sole pieno ovunque ed ultime velature sulle Alpi centro-orientali. Temperature in aumento, con minime intorno agli 0°C-7°C (brinate/gelate mattutine in Pianura Padana) e massime 14°C-18°C.

Centro-Sud: instabilità che si mantiene sul Medio-Basso Adriatico con qualche rovescio ancora su Puglia e Basilicata. Anche in Calabria e Sicilia si manterrà un po' d'instabilità dovuta alla residua goccia fredda. Venti forti settentrionali al mattino in attenuazione dal pomeriggio-sera. Temperature ancora sotto la media e prettamente invernali.

 

Giovedì 9 Aprile - Nord: Alta Pressione in successivo consolidamento sull'Italia settentrionale, con valori compresi fra 1025 e 1030 hPa (ettopascal).

Ci attende una giornata stabile e soleggiata. Nelle ore mattutine cieli sereni e tersi su tutto il territorio del Settentrione, salvo qualche prima velatura fra Alto Piemonte e Alpi lombarde. Nel pomeriggio e durante la serata lieve aumento della nuvolosità al Nord-Ovest, per via del passaggio di un sistema di velature. Cieli parzialmente velati o poco nuvolosi dapprima su Valle d'Aosta, Piemonte e Lombardia, con cieli ancora sereni e limpidi altrove. Poi, specie nelle ore serali, aumentano le nubi anche in Emilia e sulle Alpi Centro-Orientali. Temperature stazionarie su valori miti, con minime 3°C-8°C e massime 14°C-19°C.

Centro-Sud: fine dell'instabilità anche al Centro-Sud, anche se si manterranno condizioni prettamente invernali con venti sostenuti ancora settentrionali e temperature ben al di sotto della media stagionale. In rialzo le massime e le minime.

Seconda fase: la vecchia goccia fredda si allontana definitivamente dallo Stivale, lasciando il nostro Paese nelle mani dell'Alta Pressione, dalle zone più settentrionali a quelle più meridionali. Temperature stazionarie o in lieve aumento un po' ovunque, specie al meridione, ove durante la prima parte della settimana le correnti orientali avevano mantenuto i termometri entro valori più bassi. Week-end caratterizzato dalla stabilità, con un aumento della nuvolosità solo al Nord, a causa d'infiltrazioni di aria umida proveniente da Ovest.

Anticiclone8Aprile2014-2

Venerdì 10 Aprile - Nord: altra giornata stabile e asciutta sull'Italia settentrionale ma nuvolosità in aumento da Ovest.

Al mattino cieli prevalentemente sereni, salvo innocue velature al Nord-Est; nubi in graduale aumento invece al Nord-Ovest, con cieli da parzialmente velati a poco nuvolosi, per via del passaggio di velature anche compatte. Nel pomeriggio-sera cieli parzialmente nuvolosi sull'arco alpino, con nuvolosità più compatta rispetto alle zone di pianura e di costa, ove invece i cieli si presentano poco nuvolosi o parzialmente velati, a causa di nubi in transito negli alti strati. Temperature in lieve aumento, con minime 5°C-9°C e massime 14°C-19°C, con picchi di 20°C in Pianura Padana.

Centro-Sud: tempo in deciso miglioramento con soleggiamento su tutto il Centro-Sud, temperature in deciso rialzo nelle massime e nelle minime che ritorneranno nelle medie stagionali. Con la goccia che si allontana, anche i venti saranno assenti se non brezze sulle coste (laguna barica).

 

Sabato 11 Aprile - Nord: il fine settimana inizia sotto il segno dell'Alta Pressione, la quale però è leggermente insidiata dall'infiltrazione di correnti più umide, provenienti da una goccia fredda isolatasi fra Spagna e Francia. Nuvolosità in aumento con cenni di instabilità sull'arco alpino.

Al mattino cieli parzialmente nuvolosi su Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria di Ponente, poco nuvolosi o velati su Liguria di Levante, Lombardia e Friuli. Altrove situazione leggermente più soleggiata, con cieli sereni o leggermente velati. Nel pomeriggio-sera addensamenti compatti sull'arco alpino, specie sulle Alpi centro-occidentali, ove non è da escludere la formazione di deboli rovesci di pioggia (Alpi Val d'Aostane, Alto Piemonte, crinali lombardi e Alto Adige in primis). Intanto un nuovo corpo nuvoloso transita da Ovest verso Est, dalla Pianura Padana alle coste dell'Alto Adriatico. Cieli parzialmente nuvolosi al Nord-Ovest, poco nuvolosi al Nord-Est, con nubi soprattutto sotto forma di velature alte. Temperature stazionarie su valori miti, con minime 6°C-10°C e massime 15°C-19°C, con picchi di 20°C/21°C sulle pianure emiliano-romagnole, grazie a venti di Garbino provenienti dell'Appennino (Favonio/Foehn).

Centro-Sud: piena Primavera ovunque con massime stazionarie e nella media del periodo, ritornano i 20°C su molte zone di pianura. Qualche nube alta in arrivo nel pomeriggio sull'Alto-Medio Tirreno ma in via di dissolvimento già dalla sera. Venti assenti o variabili.

 

Domenica 12 Aprile - Nord: la settimana che ha sancito il ritorno dell'Alta Pressione termina con qualche incertezza, specie sui rilievi, per l'affluenza di correnti più umide occidentali.

Al mattino cieli in prevalenza sereni, o leggermente velati, sulla Pianura Padana (compresa la zona di veneto-friulana), sulle coste liguri e sui lidi dell'Alto Adriatico. Tempo più nuvoloso sull'arco alpino, con cieli poco nuvolosi tendenti a parzialmente nuvolosi, per via della compattazione delle nubi. Nel pomeriggio-sera si accentua l'instabilità sulle Alpi e sull'Appennino settentrionale. Rovesci deboli e occasionali sull'Appennino emiliano, Alpi Val d'Aostane, piemontesi, venete e friulane. Fenomeni più organizzati e localmente di moderata intensità sui rilievi lombardi e alto atesini. Cieli sereni o poco nuvolosi sulle zone di pianure e sulle aree costiere, con nuvolosità in aumento solo sulle Prealpi dal pomeriggio. Temperature stazionarie su valori prettamente primaverili, con minime 5°C-11°C e massime 16°C-20°C. Punte di 21°C/22°C su pianure emiliano-romagnole e Piemonte sud-orientale.

Centro-Sud: mattinata soleggiata su tutto il Centro-Sud con temperature massime nella media del periodo. Una leggera goccia instabile in quota provocherà dell'instabilità pomeridiana sull'Appennino. L'insolazione diurna porta a un aumento dell'energia nei bassi strati che reagendo con l'instabilità in quota apporta temporali sui rilievi appenninici. Temperature minime stazionarie o in lieve aumento. Venti in rinforzo nelle zone colpite dai temporali.

Discussione Utenti
Re: Il ritorno della Primavera -- gianvi97
Thursday, 09 April 2015 12:17
Ottima previsione, un complimenti agli autori

Inviato dal mio Motorola Motosmart XT389
Re: Il ritorno della Primavera -- king
Thursday, 09 April 2015 12:13
Articolo semplicemente chiaro ed esaustivo!!

Ultimo Bollettino

Bollettino Meteo | Temporali al Nord, caldo crescente al Centro-Sud

Situazione ribaltata: il Nord finalmente respira, al Sud invece inizio settimana con caldo crescente. Attenzione forti temporali sulle regioni settentrionali con rischio grandinate.

Allerte Italia

AllerteItaliaBASE

Ass. "Meteo One"
P.Iva 08066860720
Via Macchiavelli, 112
Altamura (BA) 70022 
info@meteone.it

Seguici su:

   icogoogleplus

Nota - Il Sito fa uso di cookie - I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.